HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 1/2017 febbraio

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
1/2017 febbraio | pagina 9

Troppi difetti, auto in fiamme
Cavi usurati e mal isolati sono la causa principale degli incendi

Ogni anno in Svizzera quasi 3 mila vetture prendono fuoco. La causa? La miriade di cavi presente nelle quattroruote.

A fine ottobre 2016, tre automobili sono andate a fuoco nello stesso giorno e senza un motivo evidente. Gli incendi si sono verificati in Svizzera tedesca.
Primo caso: un’automobilista all’uscita da un autosilo sotterraneo nota del fumo che esce dal cofano e qualche fiamma. L’uomo cerca di spegnere l’incendio con un estintore del garage, ma è troppo tardi. L’auto brucia completamente.

Mentre è alla guida, il secondo automobilista sente un fruscio strano, come se la ventilazione non funzionasse correttamente. Un attimo dopo, dallo specchietto retrovisore, vede alcune scintille sprigionarsi dalla sua Ford Focus. Si ferma per capire cosa sta succedendo, ma non vede nulla. Scende e sente crepitare sotto il cofano. Pochi secondi dopo l’automobile è in fiamme.

Il terzo automobilista sente un forte odore mentre è al volante. Poco prima di arrivare a casa, vede del fumo uscire dal cofano. Riesce a raggiungere il vialetto d’accesso, dove cerca di spegnere il fuoco con l’acqua di una canna da giardino. Poco dopo sopraggiungono i pompieri.

Ogni anno in Svizzera bruciano tra 2’500 a 3 mila automobili. In media, 7-8 al giorno, inclusi gli incendi dei cavi. Le cifre sono tratte dalle indicazioni delle maggiori compagnie assicurative svizzere, perché non esiste una vera e propria statistica.

Ma qual è la causa principale di questi incendi? I difetti tecnici. Lo dimostrano le cifre del servizio di rilevamento incendi della polizia cantonale di Zurigo, confermate anche dagli esperti del Touring club svizzero (Tcs) e dell’Adac tedesco.

«Più cavi sono presenti, più aumentano le probabilità che si possa incendiare qualcosa», sostiene Huber Paulus dell’Adac.

I pericoli sarebbero maggiori a causa delle nuove tecnologie presenti in diversi punti delle vetture: per esempio, nel riscaldamento dei sedili, nei finestrini elettrici, nei sistemi automatici di assistenza e così via.

«Oltre ai sistemi di carburazione non stagni, i cavi usurati con isolazione difettosa sono frequenti cause d’incendio», dice Pascal Berchtold del Tcs.


Consigli

Scappate, chiamate i pompieri e fatevi risarcire

Fumo, odori e rumori inusuali sono i primi segnali di un incendio. Ecco cosa fare:

- Accostate a destra e fermatevi, ma non vicino a edifici o sotto le pensiline.

- Lasciate le chiavi inserite, abbandonate l’automobile e chiamate i pompieri al 118.

- Fornite informazioni precise: localizzazione dell’incendio, tipo di motore (benzina, diesel, gas, ibrida o elettrica).

- Se siete in galleria, cercate di uscirne al più presto. Altrimenti accostate a destra, lasciate l’auto con le chiavi inserite e fuggite immediatamente in un cunicolo o una piazzola di sicurezza. Allertate gli altri automobilisti e i pompieri.

- Se la vettura s’incendia prima dello scadere della sua garanzia, rivolgetevi subito al venditore per il risarcimento danni. A garanzia scaduta, in genere questi danni sono rimborsati dalla casco parziale.

Darko Cetojevic, K-Tipp
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb