HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 1/2017 febbraio

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
1/2017 febbraio | pagina 28

Precetto esecutivo: le spese d’invio vanno pagate
Chi subisce una procedura esecutiva e non fa opposizione deve pagare le spese. Lo stesso vale se un’opposizione è annullata dal giudice. Per i precetti esecutivi tra fr. 100.- e fr. 500.-, l’ufficio esecuzione e fallimenti fattura fr. 33.30, inclusi fr. 8.- per la consegna.

Un escusso si rifiuta di pagare fr. 8.-: l’ente avrebbe dovuto permettergli di recarsi di persona a ritirare il precetto. Ma secondo il Tribunale federale, gli escussi non hanno diritto a un invito di ritiro.

Tribunale federale, sentenza 5A_698/2016 del 6 dicembre 2016.


Autorità parentale congiunta: non serve andare d’accordo

Dal 2014 i genitori non coniugati o divorziati con figli godono, in genere, dell’autorità parentale congiunta. Secondo il Tribunale federale, le eccezioni sono poche.

Il caso. Una donna nubile si oppone all’autorità parentale congiunta disposta dall’autorità di protezione dei minorenni. Sostiene che il padre del bambino e lei si evitano e non riescono ad avere un dialogo.

Secondo il Tribunale federale, per esercitare l’autorità parentale congiunta non è necessario vedersi e la comunicazione è possibile per iscritto o tramite terzi.

Tribunale federale, 5A_345/2016 del 17 novembre 2016.


I lampeggianti a un autopostale gli costano 4’500 franchi

Un automobilista usa varie volte i lampeggianti in direzione di un autopostale che lo precede. Dopo averlo superato, guida a passo d’uomo in una rotonda per non farlo passare.

Per i giudici di Losanna, l’automobilista ha ostacolato il traffico e usato i lampeggianti in modo abusivo. Deve quindi pagare una multa di 500 franchi più fr. 4 mila per la procedura davanti al Tribunale federale.

Tribunale federale, 6B_1313/2015 del 29 novembre 2016.


La Sa gestisce male il capitale e deve risarcire l’erede

Una donna dà incarico a una Società anonima (Sa) di gestire il suo patrimonio. Dopo la sua morte, la Sa è nominata esecutrice testamentaria. Con rischiose operazioni in borsa, perde una parte del capitale.

Il figlio e unico erede della donna ottiene un risarcimento danni: il Tribunale federale obbliga la società a pagargli 320 mila franchi. Motivo: la Sa avrebbe dovuto puntare su una strategia d’investimenti sicura.

Tribunale federale, sentenza A4_280/2016 del 10 ottobre 2016.

Rubrica: Nuove Sentenze

Impressum Design by VirtusWeb