HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 2/2017 marzo

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
2/2017 marzo | pagina 14

Autobus all'attacco del dominio Ffs
I pullman a lunga percorrenza costano meno. Ma il divieto di cabotaggio li limita. E i passeggeri s'ingegnano

In Svizzera vige il divieto di cabotaggio: i pullman che effettuano trasporti internazionali di persone, non possono condurre passeggeri da un punto all'altro del Paese. Questa misura protegge le Ffs dalla concorrenza nel traffico nazionale.

Ma il divieto è spesso aggirato. Anche se è vero che chi sale in Svizzera, è avvisato da cartelloni e annunci che non è ammesso scendere prima di aver attraversato la frontiera.

Come dice la portavoce Flixbus, Marie Gloystein, «i nostri conducenti non possono impedire ai passeggeri di lasciare il bus prima della località indicata sul biglietto. Sarebbe una coazione punibile».

Non si sa se anche altre aziende che offrono lo stesso servizio agiscano allo stesso modo. Eurolines, Alsa e Expressbus non hanno risposto alle domande.

Coloro che abbandonano il bus «troppo presto», non possono essere multati. Al massimo è la società di trasporto che rischia un'ammenda.

Controlli di polizia
Secondo il Consiglio federale, le autorità cantonali di polizia effettuano regolarmente controlli alle fermate dei bus a lunga percorrenza. Flixbus non si preoccupa.

Come altri mezzi di trasporto, naturalmente vengono controllati anche i pullman che effettuano tragitti internazionali, dice Gloystein.

Nel 2016, le corriere verde-arancio hanno trasportato un milione di persone da e per la Confederazione. Un vero boom per l'azienda tedesca nata nel 2011, che ha toccato soprattutto il tragitto Zurigo-Monaco.

A causa del divieto di trasporto interno, però, i clienti svizzeri non possono prenotare l'effettivo percorso.
Chi, ad esempio, fosse interessato a un viaggio con Flixbus su uno dei tre tragitti San Gallo-Berna, San Gallo-Losanna o San Gallo-Ginevra, dovrà comprare un biglietto da San Gallo ad Annecy, in Francia, a circa 40 chilometri a sud di Ginevra.

Il prezzo del biglietto parte da fr. 19.50, risultando nettamente più economico sia di un biglietto normale Ffs sia di un biglietto risparmio, con scelta del treno obbligatoria (2 classe) da San Gallo a Berna, Losanna o Ginevra (vedi tabella).

Treno più costoso
e più veloce
La rivista per consumatori K-Tipp ha confrontato i prezzi delle tariffe degli autobus e quelli Ffs su 62 tratte.

Se si considera il costo di un normale biglietto ferroviario, su 53 tratte gli autobus sono risultati più economici.

Se invece ci si basa su biglietti risparmio Ffs, i pullman offrono il miglior prezzo su 32 percorsi. E questo nonostante si debba riservare il viaggio sempre fino alla prima fermata dopo la frontiera.
Di certo il treno presenta innegabili vantaggi: serve molte tratte con una frequenza nettamente superiore, e spesso è più veloce.

Da San Gallo a Basilea, ad esempio, con il treno ci si impiega poco meno di quattro ore. Con i bus di linea, anche in assenza di traffico, almeno cinque. Inoltre i passeggeri ferroviari con biglietto normale possono scegliere quale treno prendere.

Ma per tutto questo pagano un prezzo elevato, che finirà per essere messo sotto pressione al più tardi quando sarà consentito anche ad aziende come Flixbus, di trasportare legalmente passeggeri all'interno dei confini nazionali.

La Confederazione ha segnalato di voler accogliere le relative richieste. Secondo Gloystein, la società starebbe già «valutando l'allestimento di collegamenti all'interno della Svizzera».

Domo Reisen di Glattbrugg (Zurigo) ha già inoltrato domanda per il rilascio della concessione per le tre tratte San Gallo-Ginevra, Basilea-Briga (Vallese) e Basilea-Chiasso (via Zurigo e Lucerna).

Gery Schwager, K-Tipp
Michela Salvi, L'Inchiesta



Impressum Design by VirtusWeb