HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 2/2017 marzo

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
2/2017 marzo | pagina 10

Poveri e onesti? Espulsi!
Ci sono cose che proprio non capisco. Una di queste riguarda la possibilità che una persona abbiente possa soggiornare dove gli pare e piace... a prescindere!

A prescindere cioè da come si sia procurata i propri beni, e poco importa se non se li sia sudati onestamente e nemmeno che non li abbia vinti o ereditati.

A prescindere significa che oggi più che mai se qualcuno depreda, prevarica, inganna, stupra, tortura e uccide viene trattato coi guanti.

Secondo la consigliera nazionale socialista Jacqueline Badran "il caso di abuso all'assistenza sociale o la piccola truffa con la carta di credito vengono puniti, mentre l'insider-trading, la frode fiscale o il riciclaggio di denaro sporco non vengono considerati punibili con l'espulsione".

Parole confermate da due casi recenti, purtroppo non isolati benché ignobili.

La moglie straniera di un cittadino svizzero e madre di un bambino di 10 anni, pure lui con passaporto rossocrociato, è stata espulsa. Motivo? Il marito gestiva un'attività in proprio e, con la maternità, la signora in questione aveva deciso, udite, udite!, di perdere il treno della carriera optando per una scelta oggi penalizzante: fare la casalinga!

L'attività ha dovuto chiudere, ed ecco che alla sciagurata è stato revocato il permesso di soggiorno! E che dire di Marija, serba 17enne rispedita, previa detenzione, come un pacco in Serbia dal padre manesco? (N.B.: la madre risiede in Svizzera!). Ho letto che non aveva i permessi necessari, ma presumo si sia trattato di un errore di stampa e si volesse dire i "mezzi necessari"... A differenza, ad esempio, di una certa Dinara Kulibayeva!?

Negli ultimi 8 anni, secondo un recente articolo pubblicato dall'Aargauer Zeitung, 523 stranieri considerati economicamente allettanti” sono riusciti ad ottenere un permesso di dimora di tipo B. Di questi, 200 hanno ottenuto un permesso dal canton Ticino. Tutti signori perbene?

Elena Walder

Rubrica: Nodi al pettine

Impressum Design by VirtusWeb