HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 2/2017 aprile

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
2/2017 aprile | pagina 25

Incidente all’estero, ci penso in patria
Se siete coinvolti in un incidente in Europa, potete sbrigare la pratica in Svizzera. Spendere Meglio vi spiega come.

Anna e Marco (nomi fittizi) andranno in vacanza in Spagna con la propria auto. In caso di incidente, come potranno chiedere il risarcimento? Hanno due possibilità: o si rivolgono alla propria compagnia oppure all’Ufficio nazionale di assicurazione (Una).

L’Una è stato creato dopo la modifica della legge federale sulla circolazione stradale che nel 2003 ha integrato la Svizzera nel sistema europeo di tutela delle vittime della circolazione. Le persone domiciliate in Svizzera possono rivolgersi a questo organismo in caso di incidente in uno dei paesi dello Spazio economico europeo (See). In particolare, l’Una fornisce assistenza e il nominativo del mandatario dell’assicurazione estera in Svizzera.

Le assicurazioni hanno infatti un rappresentante in ognuno dei paesi See e in Svizzera. Basta sapere il nome, la nazionalità di chi ha provocato l’incidente, la targa e l’assicurazione e si può gestire la pratica in patria attraverso il mandatario e nella propria lingua.

Consigli:

- Compilate il modulo europeo di constatazione amichevole e informate l’assicurazione. Se avete la casco, in genere questa gestisce direttamente il caso e ricorre contro il responsabile dell’incidente.

- In caso di lesioni corporali, avvertite la polizia e la vostra assicurazione malattia o infortuni.

- Se avete solo una copertura assicurativa di responsabilità civile (Rc) o non vi rivolgete alle varie assicurazioni, potete contattare l’Una. Entro tre mesi dalla richiesta il rappresentante dovrà presentare un’offerta di risarcimento.

Se questo non è stato designato o non fa il suo lavoro, potete rivolgervi all’organismo d’indennizzo svizzero, integrato nel Fondo nazionale di garanzia. Questo dovrà liquidare la pratica e sarà a sua volta risarcito dall’assicuratore estero della responsabilità civile per i veicoli a motore.

as

Ufficio nazionale svizzero d’assicurazione (Una),
tel. 0800 831 831. Dall’estero: +41 44 628 89 30.
In Ticino: Una, via Curti 10. 6901 Lugano. Tel. +41 91 912 43 76.
E-mail: ceco.lugano@zurich.ch. Internet: nbi-ngf.ch.

Impressum Design by VirtusWeb