HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 3/2017 maggio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2017 maggio | pagina 12

E-shop: termini disattesi
Le consegne ritardate dei negozi online sono frequenti. I consumatori possono difendersi esigendo una seconda data

I negozi internet cercano di superarsi l'un l'altro con tempi di consegna sempre più brevi. Spesso, però, il termine non è rispettato.

Lo dimostrano i commenti negativi sui portali di confronto prezzi, quali toppreise.ch, o preisvergleich.ch:
- Nel giro di venti giorni, tre clienti hanno criticato consegne ritardate da fust.ch.
- Nel mese di gennaio, in undici giorni Media Markt ha raccolto tre commenti negativi.
- Nella seconda metà di gennaio, nell'arco di due settimane, quattro clienti Electrolymp hanno contestato il mancato rispetto dei termini di consegna.

Media Markt dice che sul sito è apparso per errore uno stock sbagliato. La responsabilità è dei fornitori che, in parte, darebbero informazioni che poi non riescono a mantenere. Inoltre i termini di consegna sarebbero «indicazioni di massima non vincolanti».

Andreas Tutus, di Electrolymp, dice: «La maggior parte dei prodotti provengono da depositi di terzi e vengono richiesti al momento dell'ordinazione o del pagamento».

Le condizioni generali chiarirebbero che i tempi di consegna non sono vincolanti.

Possibile recedere dal contratto
I clienti però non sono impotenti: possono infatti imporre una seconda data. Se anche questa non viene rispettata, possono recedere dal contratto. Chi ha pagato in anticipo può chiedere la restituzione dell'importo. Consiglio: indicare chiaramente sull'ordinazione un termine massimo di consegna.

Nelle clausole in piccolo, alcuni shop prevedono la possibilità di rescissione. Media Markt «dopo il decorso di una proroga di almeno dieci giorni fissata per iscritto», Digitec «a partire dal trentesimo giorno di calendario dalla data di consegna originalmente convenuta». Fust.ch dopo 60 giorni dalla stipulazione del contratto.

Ueli Abt, Saldo
Michela Salvi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb