HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 3/2017 maggio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2017 maggio | pagina 25

Una vecchiaia più povera
Berna promette un'Avs più cospicua, ma allo stesso tempo aumenta l'Iva e riduce i salari e le rendite di cassa pensioni

In settembre si voterà per la riforma dell'Avs. Il parlamento svizzero ha approvato una serie di cambiamenti: ma chi ci guadagnerà?

Per capirlo, la rivista K-Tipp ha analizzato alcuni dati dell'Ufficio federale di statistica, prendendo come base il salario mediano annuo lordo di fr. 77'124.- (metà dei lavoratori guadagna di più, l'altra di meno).

Risultato: della riforma approfitteranno le casse pensioni, le assicurazioni e le casse federali.

La popolazione svizzera finirà per pagare di più e ottenere meno. Vediamo perché.

- Imposta sul valore aggiunto (Iva): sarà aumentata dello 0,6%. Conseguenza: beni e servizi costeranno di più. Secondo l'ultima indagine sul budget delle economie domestiche dell'Ufficio federale di statistica, nel 2014 le persone attive professionalmente hanno speso circa 20 mila franchi per merci e servizi soggetti all'Iva. In pratica, dopo la riforma dovranno aggiungere a questa somma almeno 100 franchi di Iva in più. In una vita, questo significa che pagheranno circa 4.500 franchi.

- Avs: in futuro tutti i dipendenti pagheranno il 4,35% di contributi (oggi 4,2%). Considerato il salario mediano annuale svizzero, questo si traduce in un incremento delle deduzioni salariali di fr. 116.- annui, pari a fr. 5'220.- fino al pensionamento. Le donne, che lavoreranno fino a 65 anni, verseranno fr. 3'354.- in più.

- Cassa pensioni: anche i contributi della previdenza professionale aumenteranno. Nell'intera vita lavorativa, i dipendenti medi dovranno pagare circa 13 mila franchi in più di secondo pilastro. Motivo: i cosiddetti accrediti di vecchiaia per le persone da 35 a 54 anni saranno aumentati di un punto percentuale. Alle donne, che dovranno pagare un anno in più, questo cambiamento costerà mediamente 4'980 franchi supplementari.

- Contributi: facendo la somma totale, fino al pensionamento i dipendenti pagheranno circa fr. 18'220.- in più di assicurazioni sociali, le donne addirittura fr. 26'500.-.

- Salari: anche sui datori di lavoro questa riforma avrà delle conseguenze. Per sostenere i maggiori costi, avranno due possibilità: o aumenteranno il budget dei salari oppure ridurranno i salari lordi. I dipendenti avranno poco da dire.

Secondo pilastro sempre più giù
Qual è la conseguenza di tutte queste spese supplementari? Si riceverà una rendita Avs leggermente più alta: fr. 840.- annui in più per le persone non sposate, al massimo fr. 1'356.- in più per i coniugati. Data l'attuale aspettativa di vita dopo il pensionamento, per le persone non coniugate significa ricevere circa fr. 17'600.- di Avs in più. Le donne, che andranno in pensione un anno dopo, perderanno in media circa fr. 20 mila.

Inoltre, il tasso di conversione delle rendite di cassa pensioni sarà abbassato del 12%. Considerati il reddito medio svizzero e le nuove disposizioni di legge, ne risulterà una rendita ridotta di fr. 640.- annui, pari a fr. 13'440.- in meno considerata l'aspettativa di vita dopo il pensionamento.

In sostanza, fino al pensionamento, i dipendenti pagano in più fr. 4'500.- di Iva e fr. 18'220.- di contributi sociali.

Pure il Vermögenszentrum ha calcolato gli effetti della riforma su un uomo di 55 anni con un reddito annuo lordo di fr. 120 mila. Risultato: all'anno, paga fr. 497.- in più di contributi Avs, di cassa pensioni e imposte. Dai 65 anni riceverà fr. 1'830.- di rendita in meno all'anno.

Ma le casse pensioni e l'Avs godono di ottima salute, anche se i politici dicono l'opposto. Alla fine del 2015 le casse pensioni avevano riserve per 116 miliardi di franchi. L'intero patrimonio Avs nello stesso anno si situava a 44,2 miliardi di franchi. Con questi, gli amministratori patrimoniali hanno registrato 1,2 miliardi di guadagno, pari a un rendimento annuale del 3,9%.


Per gli occupati(1) di oggi:

- Almeno fr. 100.- di Iva in più.
- Fr. 116.- in più di contributi Avs.
- Fino a fr. 550.- in più di contributi di cassa pensioni, a dipendenza dell'età.
- Aumento della rendita Avs da fr. 840.- a fr. 1'356.-.
- Diminuzione della rendita del Secondo pilastro di fr. 640.-.
- Donne in pensione a 65 anni: fr. 3'354.- di contributi Avs supplementari a 64 anni e circa fr. 20 mila di rendita Avs persa in quell'anno.

(1)Calcolati su salario medio di fr. 77'124.- lordi. Cifre all'anno e per persona.


Pensionati:

- Rendite invariate.
- Almeno fr. 60.- di Iva in più all'anno.

Christian Birmele, K-Tipp
Michela Salvi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb