HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2017 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2017 luglio | pagina 18

Carboni ardenti
Per grigliare, meglio le bricchette della carbonella. Perché la brace dura più a lungo. Lo dimostra un test in laboratorio

Una buona carbonella dovrebbe formare brace in tempo utile e poi rilasciare calore possibilmente a lungo.
La rivista Saldo ha svolto un test con sei tipi di carbonella e sei tipi di bricchette. In laboratorio è stato verificato il tempo necessario alla formazione della brace, sono state rilevate le temperature a diversi intervalli di tempo e controllati i pezzi di carbone non utilizzabili (vedi “I criteri del test”).

Provenienza dubbia
Risultato: la carbonella migliore è stata quella di Barbeque Grill Club venduta da Landi. I legni di acacia e mopane di provenienza sudafricana impiegano solo 40 minuti a formare brace utile e, dopo 60 minuti, la temperatura era ancora di abbondanti 220 gradi.

Tra gli altri prodotti di carbonella, solo Bbq di Aldi ha ottenuto un buon punteggio per la durata di emanazione del calore. Tutti gli altri hanno ottenuto un punteggio insufficiente.

Le bricchette invece scaldano più a lungo, e tutti i prodotti sottoposti al test erano ancora sufficientemente caldi anche dopo 60 minuti. Svantaggio: solo le bricchette Oecoplan formano brace in poco tempo, le altre sono solo sufficienti.

Lidl sostiene che il metodo usato nel test per rilevare il calore sarebbe inadeguato.

Il test ha evidenziato anche che il legno dichiarato sulla confezione di nove prodotti su dodici non corrispondeva alla realtà. Lo ha rilevato l'analisi dell'Istituto Thünen per la ricerca sul legno, di Amburgo. Esempi: sulla confezione della carbonella Oecoplan sono dichiarati faggio, quercia, ontano e betulla. Il laboratorio non ha trovato tracce di ontano, ma frassino, olmo, tiglio e acero. Le bricchette Churrasco non sono fatte solo di faggio, come dichiarato, bensì anche di quercia, acero, robinia, frassino e conifere. La carbonella Barbeque Grill Club di Landi e le bricchette Golden Grill di Jumbo, contenevano carboni di legna tropicale.

Landi dichiara la legna correttamente e dice che gli alberi di mopane invadono i campi africani: il materiale usato per la carbonella proviene dal dissodamento degli stessi.

Sulla carbonella Golden Grill di Jumbo mancano le dichiarazioni di ben due tipi di albero. Jumbo scrive di rifiutare il legno tropicale e di affidarsi alle indicazioni dei produttori, ma non si spiega la presenza di altri tipi di legno.

Migros vuole correggere la dichiarazione sulla confezione. Aldi e Coop scrivono che verificheranno le forniture.

Nel test non sono state applicate detrazioni per eventuale legno tropicale, perché non si può stabilire con certezza se proviene dalle foreste pluviali.


I criteri del test

L'Istituto Thünen di Amburgo, specializzato nella ricerca sul legno, ha verificato i tipi di legno da cui sono state prodotte carbonella e brichette. Gli esperti hanno usato un microscopio ad alta risoluzione con software di analisi dell'immagine integrato. In tal modo è stato possibile confrontare le caratteristiche strutturali del legno contenuto nel carbone, con campioni della collezione scientifica dell'istituto.

Il laboratorio tedesco di prova Pzt di Wilhelmshaven ha inoltre sottoposto i dodici prodotti a un test pratico, svolto in un grill a sfera aperto. I criteri considerati:

- Formazione della brace
È stato misurato il tempo necessario alla formazione della brace utile a grigliare.

- Durata della brace, temperatura
È stato misurato il tempo per il quale la brace continua ad ardere. Inoltre sono state misurate le temperature dopo 5, 15, 30 e 60 minuti. Nel caso delle bricchette anche dopo 90 minuti. Dopo 30 e 60 minuti è stata aggiunta nuova carbonella. Gli esperti hanno verificato anche la superficie della brace nei vari intervalli.

- Dimensione dei pezzi
Il laboratorio ha rilevato la quantità di pezzi e polvere di carbone inutilizzabili.

- Umidità
Nessuno dei prodotti ha superato il tasso massimo ammesso di umidità.

Lukas Bertschi, Saldo
Silvia Mossi, L'Inchiesta


Impressum Design by VirtusWeb