HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2017 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2017 luglio | pagina 2

Uccelli: anche Coop viola la legge
Uccelli: anche Coop viola la legge

Norme igieniche non rispettate in due filiali Coop, dove gli uccellini sono di casa. Come da Migros.

«Anche nelle filiali Coop di Riazzino e Bellinzona (Semine) ci sono degli uccellini», ha segnalato a L'Inchiesta Carlo Bonzanigo di Sementina, dopo aver letto l'articolo sulla Migros di Bellinzona apparso nel numero di maggio.

Contattata da L'Inchiesta, Coop ha confermato. Il negozio non rispetta quindi le norme igieniche. «La presenza degli uccelli è un problema», dice il portavoce Mirko Stoppa. «Oltre a dover garantire la qualità dei prodotti ed evitare contaminazioni delle derrate alimentari sfuse, fanno scattare i sensori di movimento degli allarmi notturni».

Coop ha preso delle contromisure? «Il nostro servizio tecnico ha sistemato dei dissuasori a ultrasuoni che hanno diminuito sensibilmente la loro presenza. Altra soluzione è attendere che escano da soli, magari facilitati dallo spegnimento delle luci del negozio e aprendo le porte d'entrata al mattino».



Galaxy S8 e S8+, cari ma fragili

Un test dimostra che i telefonini Samsung di nuova generazione sono molto delicati.

Tecnicamente al top e con un prezzo minimo di fr. 760.-. Si presentano così i nuovi Samsung Galaxy S8 e S8+. Peccato che, come ha dimostrato un recente test di Stiftung Warentest, i telefonini non siano molto resistenti. Gli schermi dei due modelli hanno iniziato a rovinarsi già dopo 50 cadute.
Sugli angoli, il vetro era addirittura scheggiato. Per un confronto: eccetto piccoli graffi o leggere ammaccature, negli ultimi anni quasi tutti gli smartphone hanno superato 100 prove di caduta senza danni di rilievo. Nelle proprie prove, Stiftung Warentest fa cadere i telefonini su una lastra in pietra da un'altezza di 80 centimetri. Consiglio: dotate il cellulare di foderina protettiva.



Le onde del web in alto mare

In crociera, dieci minuti con il cellulare possono trasformarsi in un vero e proprio salasso.

In mare non c'è rete mobile. Le chiamate sono trasmesse via satellite. Per le chiamate con il telefonino dalla nave, Swisscom fattura fr. 3.70 al minuto, Sunrise fr. 4.80, Salt fr. 6.-. Anche chi riceve chiamate deve pagare cifre importanti: fr. 3.- al minuto con Swisscom, la stessa cifra delle chiamate in uscita con Sunrise e Salt. Navigare in rete mentre si naviga per mare è ancora più oneroso: con Sunrise si pagano fr. 20.- per 1 Megabyte, con Salt fr. 15.-. I clienti Swisscom, invece, con lo smartphone non possono navigare via satellite.

Una soluzione più conveniente è l'acquisto di un pacchetto internet con una determinata quantità di dati direttamente dalla compagnia di navigazione. Esempio: su una crociera di sette giorni, Msc offre un pacchetto da 960 Megabyte a un prezzo forfettario di fr. 38.-.

Consiglio: prima di partire, disattivate il combox e il roaming dati del cellulare in modo da evitare costi inutili. Sulla nave, attivate la modalità aereo o spegnete il telefonino.



Hotelcard: regalo al veleno

Il primo anno la carta che dà diritto a riduzioni negli alberghi è gratis. Poi si rinnova automaticamente, ma al prezzo di fr. 99.-.

Mauro Regusci (nome fittizio) ha ricevuto un buono per una Hotelcard. La promessa: pernottamenti in albergo a metà prezzo. Sua moglie ha acquistato il buono sul sito internet di Hotelcard. La carta non l'hanno mai usata. A gennaio, la sorpresa: Hotelcard ha chiesto una tassa di fr. 99.- per il rinnovo automatico della carta. Il cliente ha reclamato, ma ci sono volute numerose e-mail per ottenere lo stralcio della fattura.

Hotelcard rimanda al fatto che sul buono stesso e per e-mail, i clienti sono informati del rinnovo automatico, che sarebbe parte delle condizioni generali di contratto. Il preavviso di disdetta è di 30 giorni.

Consiglio: impedite il rinnovo automatico dopo aver preso la carta, e disdicetela subito, entro il primo termine possibile.



Linea fissa, disdetta facile

La svolta digitale sfavorisce i clienti.

Entro fine anno, Swisscom disattiverà definitivamente i collegamenti analogici, passando al digitale.

Le condizioni generali Swisscom permettono la disdetta senza preavviso di due mesi, se la modifica di un servizio è a chiaro svantaggio del cliente. Il passaggio al digitale lo è: si dovrà per forza attaccare il telefono a un box internet che consuma corrente supplementare. Eventualmente ci si dovrà dotare anche di un nuovo telefono e non sarà più possibile trasmettere sms sulla linea fissa. Swisscom dice che valuterà «singolarmente». Consiglio: se volete cambiare, insistete sul diritto di disdetta.

_____

«Asipao non ci ha contattati»

Una mano lava l'altra (L'Inchiesta, maggio 2017).

Da oltre 25 anni Ondarte opera in varie piscine in Ticino con corsi per bebè, bambini e adulti. I nostri collaboratori sono tutti professionisti formati e in continuo aggiornamento.
Eppure non siamo mai stati contattati dall'associazione Asipao. E, come noi, anche altre società. Essendo i corsi sovvenzionati dallo Stato, crediamo sia corretto che ci sia un vero e proprio bando.
Inoltre, per quanto a nostra conoscenza, i corsi di Moby Dick sono ancora gestiti da Alberto Bradanini.

Françoise Dully, Titolare Centro Ondarte, Ponte Cremenaga


_____

Lavoro nero

Le ditte sanzionate - Fine della sanzione

Mucaj Zecir, Giubiasco - 12.2017

ti.ch/lavoro-nero

Rubrica: Lavoro nero
ti.ch/lavoro-nero

Impressum Design by VirtusWeb