HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2017 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2017 luglio | pagina 16

L'arte di arrotondare e incassare
Swisscom e Upc ritoccano verso l'alto i costi delle chiamate su rete fissa. Il risultato: un profitto enorme

Secondo la tariffa del listino prezzi Swisscom per la rete fissa, le chiamate costano 8 centesimi al minuto. Di sera e di notte c'è la tariffa ridotta: 4 centesimi al minuto.

Quello che non c'è scritto è che Swisscom fattura a scatti da 10 centesimi, e non arrotonda matematicamente verso l'alto o verso il basso, bensì sempre a sfavore del cliente. E non ai successivi 5 centesimi, ma ai 10! Chi telefona per un minuto nelle ore serali, dunque, non paga 4 centesimi, bensì 10. Chi telefona per 18 minuti durante la sera non paga 72 centesimi ma 80.

Questo trucchetto dell'arrotondamento lo pratica anche Upc Cablecom. Lo si trova indicato nei piccolissimi caratteri sul relativo sito. Upc fattura inoltre uno scatto alla risposta di 12 centesimi. Una chiamata di un minuto, dunque, non costa 8 centesimi come scritto sul listino delle tariffe, bensì 20. Se la chiamata dura 5 minuti, non si pagheranno 40 centesimi ma 60. Infatti il calcolo svolto da Upc è il seguente: 5 x 8 centesimi più 12 centesimi fa 52 centesimi, che arrotondati verso l'alto fanno 60.

Anche Sunrise applica lo scatto alla risposta, in questo caso di ben 20 centesimi. Ma, almeno, Sunrise non arrotonda verso l'alto bensì fattura le chiamate al centesimo.

Clienti chiamati alla cassa
Swisscom arrotonda una seconda volta, e per la precisione la durata della chiamata. Le singole chiamate infatti non sono fatturate al secondo, ma solo al minuto. Sunrise e Upc le fatturano al secondo.

Secondo il vecchio adagio che tanti pochi fanno un assai, i pochi centesimi a chiamata si tramutano in importi enormi. Ogni anno gli svizzeri effettuano circa 1,93 miliardi di chiamate sulla rete fissa. Lo si evince dalla statistica delle telefonate 2015 dell'Ufficio federale delle comunicazioni. Il 58% delle chiamate sono effettuate da clienti Swisscom: si tratta di circa 1,1 miliardo di telefonate l'anno. Secondo Swisscom, circa due terzi di questi clienti hanno costosi abbonamenti flat rate, comprensivi di tutto. I trucchetti dell'arrotondamento, dunque, non li concernono.

I clienti normali, però, a causa della fatturazione a scatti di 10 centesimi, pagano mediamente 4,5 centesimi di troppo. E siccome Swisscom arrotonda sempre anche al successivo minuto, fattura mediamente mezzo minuto di troppo. Per le chiamate sulla rete fissa alla tariffa ridotta, dunque, a causa dell'arrotondamento della durata, i clienti pagano mediamente 2 centesimi di troppo.

Per le chiamate sulla rete mobile alla tariffa normale, i centesimi di troppo sono ben 16. Se si sommano tutti gli arrotondamenti, i clienti Swisscom pagano circa 42 milioni di franchi di troppo.

La portavoce Swisscom Annina Merk contesta il calcolo: «Per il singolo cliente ne risulta meno di 1 franco al mese». Effettivamente però, con circa 2,6 milioni di clienti della rete fissa, già solo così risulterebbero 31 milioni di franchi l'anno.

Le chiamate annue sulla rete fissa Upc sono circa 242 milioni. Siccome la maggior parte dei clienti ha un abbonamento flat rate, l'importo da arrotondamento è di appena circa 250 mila franchi.

Telefonini in parte più convenienti
Mentre le tariffe dei telefonini negli ultimi dieci anni si sono abbassate, quelle delle reti fisse sono rimaste costanti. Swisscom fa pagare 8 centesimi al minuto durante il giorno già dal 2005. Per un confronto con i prezzi dei telefonini: nel 2005 una chiamata da 10 minuti con Swisscom Prepaid costava quasi 10 franchi. Oggi la stessa chiamata costa 60 centesimi, meno che sulla rete fissa!

Christian Birmele, K-Tipp
Silvia Mossi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb