HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2017 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2017 luglio | pagina 28

Sono una recluta: chi mi paga?
Indennità per perdita di guadagno, malattia, assegni di formazione: L'Inchiesta risponde a dieci domande sul servizio militare

Durante il servizio militare si devono pagare i premi di cassa malati?

I premi dell'assicurazione di base possono essere sospesi se il servizio militare dura più di 60 giorni. La cassa malati deve esserne informata almeno otto settimane prima dell'entrata in servizio.

Per le assicurazioni complementari, in genere la sospensione non è possibile.

Chi paga se durante il servizio un soldato s'ammala o s'infortuna?

L'assicurazione militare. Oltre alle spese di cura, paga le indennità giornaliere e le rendite d'invalidità e per superstiti.

Per principio, l'assicurazione militare paga fino a guarigione avvenuta e risponde anche per danni conseguenti o ricadute.

La persona che presta servizio è protetta dal licenziamento dal posto di lavoro?

Sì. Una volta scaduto il periodo di prova, durante il servizio militare il datore di lavoro non può licenziare un dipendente.

Se il servizio dura più di undici giorni, la protezione dal licenziamento si estende anche a un periodo di quattro settimane prima e quattro settimane dopo tale servizio.

Il proprietario può disdire l'appartamento mentre l'inquilino presta servizio militare?

Sì. Per questo tipo di contratto non è prevista una protezione dalla disdetta.

Come viene indennizzato il servizio militare?

Con un'indennità per perdita di guadagno (Ipg). Le persone che esercitano un'attività lucrativa hanno diritto all'80% dell'ultimo stipendio percepito prima dell'entrata in servizio, da un minimo di fr. 62.- a un massimo di fr.196.- al giorno.

Chi assolve la scuola reclute riceve la quota minima di fr. 62.-, indipendentemente dal fatto che prima del reclutamento esercitasse un'attività lucrativa o meno, eccetto nel caso in cui abbia figli. In tal caso valgono le stesse indennità calcolate per le persone che esercitano un'attività lucrativa. A dipendenza della situazione, si aggiungono anche gli assegni per figli, per l'azienda o di custodia.

Le indennità per perdita di guadagno sono soggette a dichiarazione fiscale?

Sì, sono considerate alla stregua di un reddito.

Durante il servizio militare è possibile essere oggetto di una procedura d'esecuzione?

Sì, ma soltanto per alimenti. Per tutte le altre pretese, l'Ufficio esecuzioni e fallimenti non può emettere alcun precetto esecutivo.

Se il servizio dura almeno 30 giorni, questa sospensione dei termini di esecuzione si prolunga di altre due settimane dopo il termine del servizio.

I genitori dei soldati continuano ad aver diritto agli assegni di formazione durante il servizio del figlio?

Sì, sempre che l'interruzione non duri più di cinque mesi e la formazione continui una volta terminato il servizio. Per esempio, quando si svolge la scuola reclute tra la maturità e gli studi universitari.

Non è considerato in formazione chi compie periodi di servizio più lunghi (per esempio, servizio militare in ferma continuata o servizio pratico).

Anche i disoccupati devono pagare la tassa d'esenzione dall'obbligo militare?

Sì. I cittadini svizzeri che non adempiono i loro obblighi militari devono pagare una tassa surrogatoria dal 20° al 34° anno d'età. Questa ammonta al 3% del reddito imponibile, ma almeno a fr. 400.- annui.

L'esonero è concesso solo per gravi problemi di salute, in particolare alle persone che percepiscono una rendita o un assegno grandi invalidi dall'Ai o dalla Suva.

Chi recupera il servizio può chiedere il rimborso di questa tassa?

Sì. Se la persona assoggettata all'obbligo di prestare servizio lo svolge completamente, la tassa viene rimborsata.

Il diritto al rimborso si prescrive cinque anni dopo il termine dell'obbligo militare. Non sono rimborsati gli interessi.

Michael Stalder, Saldo
Michela Salvi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb