HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 4/2017 agosto

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
4/2017 agosto | pagina 21

Salassati dall’album al pc
Si può risparmiare parecchio confrontando i costi per scannerizzare foto e diapositive

Per trasformare un ricordo cartaceo in uno digitale si rischia di pagare fino a 3 franchi a foto. Occhio ai supplementi e alle spese di spedizione.

Le foto del matrimonio dei genitori, del primo giorno di scuola o di un viaggio: tutti hanno preziosi ricordi conservati negli album fotografici di casa. Più le immagini sono vecchie, peggiore è la loro qualità.

Possono però essere salvate digitalizzandole: con uno scanner si trasformano in formato elettronico e poi si possono stampare o inviare per e-mail.

Ma quanto costa la scansione? La rivista K-Tipp ha confrontato il prezzo per 100 foto cartacee, 100 negative in bianco e nero, 100 negative a colori e 100 diapositive (vedi tabella). Le offerte sono state chieste a dieci ditte, dai grandi laboratori di stampa foto alle piccole ditte specializzate e ai negozi di fotografia. I prezzi includono tutte le tasse ma non le spese di spedizione.

Risultato: il laboratorio foto di Migros è il più conveniente per quasi tutti i tipi di foto, perché di solito fattura in modo forfetario e non per immagine. Esempio: il costo per scannerizzare da 51 a 100 diapositive è di fr. 40.85. Idem per le strisce di negative. Solo per le foto in forma cartacea la piccola ditta Scancorner è più conveniente.

Le scansioni più care sono quelle di Fotopro: per 100 fotografie fattura ben fr. 315.-, sei volte di più che Scancorner (fr. 49.-). «In negozio offriamo ai clienti una consulenza personalizzata e le foto sono elaborate nel nostro laboratorio», si giustifica Gian Giordano di Fotopro.

Di fatto, però, da Scancorner le foto hanno una risoluzione migliore che da Fotopro, con il doppio di pixel.

La risoluzione è importante, perché determina il formato in cui possono poi essere stampate le immagini. In genere è indicata in dpi o in ppi. Per diapositive o negative si consigliano almeno 3 mila dpi. Una diapositiva scansionata a questa risoluzione può essere stampata anche in formato poster. Per foto normali su carta bastano 300 dpi.

Supplementi per copiare su dvd
Molte ditte del confronto pubblicizzano prezzi convenienti, ma poi aggiungono costi supplementari, per esempio per copiare le immagini su dvd.

Scancorner pretende un valore minimo dell’ordinazione di fr. 20.-. Da Migros le foto digitalizzate possono essere ritirate in filiale, Fuji fattura fr. 6.90 per la spedizione, Filmfix calcola le tariffe postali secondo il volume della spedizione.

Le foto possono portare ad altre spese extra: se non possono essere tolte dall’album, si dovrà scannerizzare l’intera pagina, con un notevole lavoro supplementare e i relativi costi. Archivscan, per esempio, fa pagare fr. 4.20 a pagina.

Consiglio: chi ha tempo ed è competente in materia può digitalizzare le proprie foto a casa.

Solo gli scanner professionali forniscono risultati veloci e di buona qualità. Possono essere noleggiati per 100-300 franchi a settimana nei negozi specializzati o su piattaforme internet come fotomiete.ch.

Christian Birmele, K-Tipp
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb