HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 4/2017 agosto

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
4/2017 agosto | pagina 25

Apprendistato... dal fisco
In tutti i cantoni, tranne che in Ticino, anche i minorenni devono pagare le imposte

In molti cantoni, i minorenni con un reddito regolare devono presentare la dichiarazione d’imposta. In Ticino solo dopo i 18 anni.

Leo Studer (nome fittizio) ha 16 anni e vive a Zurigo. In settembre inizierà un apprendistato di meccanico d’auto. Il primo anno guadagnerà 700 franchi al mese. È obbligato a dichiarare questo reddito?

Per principio sì. Appena un giovane dispone di un reddito regolare, diventa soggetto agli obblighi contributivi. Dovrà quindi compilare la dichiarazione d’imposta, anche se è ancora minorenne.

Il canton Zurigo, però, rinuncia a trasmettere i formulari per la dichiarazione d’imposta agli apprendisti. Questo perché i loro salari sono tanto bassi da non soggiacere a imposizione fiscale. Fanno eccezione i minorenni con redditi importanti, ad esempio sportivi professionisti o teenager famosi: nel canton Zurigo devono far richiesta del formulario e dichiarare i propri redditi.

Nella maggior parte degli altri cantoni gli apprendisti minorenni devono compilare la propria dichiarazione delle imposte. Il canton Berna, per esempio, invia formulari individuali a tutti i ragazzi sedicenni. Chi non ha redditi da dichiarare può rimandare il formulario vuoto ma firmato.

Il Ticino è l’unica eccezione: il reddito da attività lucrativa dipendente è, per la sola imposta cantonale, tassato solo dal compimento dei 18 anni.

A Ginevra, invece, i minorenni pagano l’imposta alla fonte (detratta direttamente dal salario), indipendentemente dalla loro nazionalità, con esonero dei primi 27’600 franchi.

Tutto ciò comporta che i genitori non devono mai indicare il salario dei figli nella loro dichiarazione fiscale. Quando gli apprendisti diventano maggiorenni, devono compilare la propria. Questo vale anche per i giovani che vanno a scuola, come per esempio i liceali.

Difficilmente, però, un apprendista dovrà pagare le imposte, indipendentemente dalla sua età (sempre che non abbia altre fonti di reddito). La Confederazione e la maggior parte dei cantoni iniziano la scala delle aliquote fiscali solo da un salario netto superiore a fr. 10 mila all’anno. Dal salario lordo possono essere dedotte le spese professionali (nella gran parte dei cantoni un importo forfetario di almeno fr. 2 mila) e quelle per recarsi al posto di lavoro, nonché i costi per il vitto fuori casa.

L’amministrazione fiscale del canton San Gallo ha calcolato che, grazie alle detrazioni, in genere non viene tassato un salario netto fino a fr. 14 mila.

Molti cantoni, inoltre, concedono detrazioni speciali ai minorenni: Vallese (fr. 7’430.-), Soletta (fr. 4’200.-), Giura (fr. 3’800.-) e Friborgo (fr. 2’000.-).

Attenzione: la situazione cambia per quanto concerne la sostanza. Se i minorenni possiedono valori significativi, i genitori devono indicare nella propria dichiarazione d’imposta questa sostanza e i redditi da essa generati. Saranno quindi tassati in tutti i cantoni.


Guadagna, dichiara e forse non paghi

Con il primo reddito regolare iniziano i rapporti con il fisco. Ma i salari degli apprendisti sono così bassi che difficilmente si dovranno pagare le imposte.

- Se un giovane minorenne inizia l’apprendistato il 1° settembre 2017, nella maggior parte dei cantoni riceverà a febbraio 2018 il formulario per la dichiarazione fiscale per il 2017. Va dichiarato il reddito effettivo, dunque quello percepito per i quattro mesi da inizio settembre a fine dicembre 2017. L’ufficio delle imposte calcolerà a quanto corrisponde il reddito annuale e su questa base definisce l’aliquota applicabile.
Nonostante l’aliquota risulti più alta a causa di questa procedura, in genere il salario d’apprendista non è soggetto a imposte.

- Chi diventa maggiorenne nel 2017 dovrà compilare nei primi mesi del 2018 una dichiarazione fiscale per il 2017. Non importa se si compiono gli anni il 1° gennaio o il 31 dicembre 2017. Il reddito da dichiarare sarà quello di tutto l’anno, indipendentemente dal fatto che si tratti di un salario d’apprendista o di uno ordinario.

Fredy Hämmerli, K-Geld
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb