HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 4/2017 agosto

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
4/2017 agosto | pagina 29

Licenziamento in tronco: posso oppormi?
Spendere Meglio risponde a dieci domande sulla disdetta immediata del rapporto di lavoro

Quando è possibile disdire senza preavviso un rapporto di lavoro?

Solo per motivi importanti. Il rapporto di fiducia tra datore di lavoro e dipendente dev’essere compromesso in modo tanto grave da non permettere più la continuazione del rapporto di lavoro fino al normale termine di disdetta.

Quali sono i motivi gravi per un datore di lavoro?

Per esempio, i reati sul posto di lavoro, quali furto, appropriazione indebita e truffa, ma anche vie di fatto o ingiurie contro i collaboratori.

Un licenziamento immediato può essere giustificato anche dal rifiuto di lavorare o da vacanze prese di propria iniziativa.

Per il licenziamento immediato serve un preavviso?

No, sempre che i motivi del licenziamento immediato siano gravi.

In casi meno chiari, per esempio se un dipendente si presenta ripetutamente al lavoro in ritardo, prima del licenziamento immediato i tribunali pretendono un ammonimento.

Un dipendente può essere licenziato senza preavviso per prestazioni insufficienti?

No.

Anche i dipendenti in malattia possono essere licenziati in tronco?

Sì, sempre che il licenziamento senza preavviso sia giustificato. Durante la malattia, i dipendenti sono protetti solo dal licenziamento ordinario.

Come si deve fare, se si è stati licenziati ingiustamente senza preavviso?

È importante contestare subito per iscritto il licenziamento immediato, chiarendo contemporaneamente di essere disposti a continuare a lavorare.

Si dovrebbe inoltre chiedere una motivazione scritta del licenziamento.

Quali sono i diritti in caso di licenziamento ingiustificato?

Il datore di lavoro dovrà rispondere degli oneri finanziari collegati con il licenziamento immediato. Dovrà pagare il salario incluse tutte le prestazioni supplementari fino a scadenza del termine di licenziamento ordinario.

Per l’umiliazione subita, un dipendente licenziato in tronco ingiustamente ha diritto a un’indennità che può raggiungere i sei mesi di salario.

Anche una persona licenziata in tronco ha diritto alle indennità di disoccupazione?

Sì. Se il licenziamento senza preavviso era però giustificato, rischia fino a 60 giorni di sospensione.

Anche i dipendenti possono licenziarsi senza preavviso?

Sì, anche per gravi motivi e se è inaccettabile continuare il rapporto di lavoro.

Per esempio, a causa di vie di fatto gravi o ingiurie da parte del datore di lavoro o del diretto superiore. Oppure dopo un ammonimento con il quale è stato preannunciato il licenziamento immediato in caso di nuovo ritardo o mancato pagamento del salario.

Per principio, il datore di lavoro dovrà pagare il salario fino al prossimo termine di disdetta.

Cosa succede se un dipendente si licenzia in tronco ingiustificatamente?

In questi casi, i datori di lavoro possono pretendere come risarcimento un quarto del salario mensile.

Se il danno finanziario è maggiore e dimostrabile, le persone che si sono ingiustificatamente licenziate senza preavviso ne dovranno rispondere.

Corina Schuppli, Saldo
Silvia Mossi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb