HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 5/2017 ottobre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
5/2017 ottobre | pagina 12

Costi extra in crociera
Nonostante la pensione completa e numerosi servizi inclusi, in crociera i passeggeri pagano spesso supplementi salati. Come le bibite e le mance.

Le compagnie di navigazione presentano la crociera come un soggiorno nel paese della cuccagna: divertimenti, giochi e bibite a gogò.

Ma contrariamente alla dicitura “All inclusive”, i passeggeri possono finire per spendere molti soldi extra. Come è accaduto a Paola Bianchi (nome fittizio), che in estate ha fatto una crociera in Norvegia: «I caffè e le bibite tra un pasto e l’altro erano fatturati a parte», racconta.

Per il servizio, la compagnia di navigazione Msc aveva aggiunto sulla fattura 10 euro al giorno per persona. Sul sito web, però, c’era scritto che il servizio a bordo era incluso.

Nella descrizione dei servizi inclusi, molte agenzie viaggi e compagnie di navigazione non sono molto precise. Facciamo un esempio con la crociera di sette giorni ai Caraibi con la nave Carnival Conquest. Hotelplan e la piattaforma cruisecenter.ch scrivono che la pensione completa a bordo è inclusa. Ma di incluso ci sono solo i pasti in una parte dei ristoranti. Chi vuole mangiare nella steakhouse deve pagare un supplemento.

Hotelplan scrive inoltre che le bibite selezionate sono incluse al ristorante-buffet. Non è chiaro però quali siano queste bibite.

Altre agenzie viaggi come Kuoni e la piattaforma e-hoi.ch, ma anche la compagnia di navigazione, sono più precise ed elencano le bibite incluse. E-hoi.ch fornisce anche una lista dei prezzi a bordo.

I costi per bibite e mance sono tenuti ben nascosti
Spesso i passeggeri si lamentano anche delle mance obbligatorie, aggiunte direttamente sulle fatture. Durante la crociera ai Caraibi sulla Carnival Conquest, la compagnia fattura 12 dollari al giorno (circa fr. 11.50) a chi ha una cabina standard. Su cruisecenter.ch si accenna alle mance a bordo solo in generale.

Le due agenzie viaggi Hotelplan e Kuoni non specificano che sulle bibite non comprese nell’offerta tutto incluso la compagnia di navigazione impone un ulteriore supplemento del 15% per il servizio.
Secondo Msc, il servizio a bordo e il servizio alberghiero non sono la stessa cosa. Il primo sarebbe compreso nel prezzo della crociera. Il secondo no: si tratterebbe delle mance, e chi non è d’accordo con il forfait di 10 euro al giorno potrebbe chiedere un adeguamento.

Hotelplan sostiene che chi prenota una crociera su internet sarebbe un «esperto di crociere», motivo per cui non si pubblicano tutte le informazioni. Per contro, sul catalogo, i costi extra sarebbero esaustivamente elencati.

Ueli Abt, Saldo
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb