HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 5/2017 ottobre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
5/2017 ottobre | pagina 25

Senza contanti niente extra
Molti negozi hanno abolito il supplemento sugli acquisti con carta di credito. Swiss no

La compagnia aerea Swiss continua a fare pagare fino a 30 franchi in più sui biglietti acquistati con carta di credito. Altri commercianti, come Digitec e Media Markt, hanno già eliminato il supplemento.

Una settimana per due persone all’Hotel Gloria Palace a Gran Canaria può essere acquistata da Hotelplan a fr. 997.-. Fino a poco tempo fa, i clienti dovevano aggiungere fr. 15.-, cioè l’1,5% in più, se pagavano con carta di credito in una filiale. L’agenzia viaggi ha abolito il supplemento e la portavoce Prisca Huguenin fa sapere che sarà eliminato anche quello di fr. 20.- sulle prenotazioni online.

Già lo scorso maggio i negozi online Digitec, Galaxus, Microspot e Nettoshop avevano rinunciato a un supplemento che arrivava fino al 2%. Poco dopo si è aggiunto anche Media Markt. E a fine giugno, il supplemento del 2,5% è stato abolito anche dai due negozi di elettronica Techmania e Pc-Ostschweiz.

Motivo: da agosto le società emittenti delle carte di credito impongono una commissione più bassa ai commercianti, passata dallo 0,7% allo 0,44% del prezzo d’acquisto, pari a una riduzione dello 0,26%. Una prima riduzione era stata adottata due anni fa, quando la Commissione per la concorrenza (Comco) aveva esercitato pressioni perché la percentuale era troppo alta. Secondo la Comco, alle emittenti delle carte di credito sfuggono ora annualmente da 50 a 60 milioni di franchi.

Vacanze più care con Der Touristik Suisse
Nonostante la riduzione dei costi, alcuni commercianti continuano a imporre il supplemento. Swiss, per esempio, lo ha solo ridotto dall’1,65% all’1,5% (massimo 30 franchi a biglietto). Ma a rimetterci sono soltanto i clienti che acquistano il biglietto in Svizzera: da gennaio 2018, infatti, la compagnia aerea non potrà più imporre simili supplementi nell’Unione europea.

Per non pagare sulle prenotazioni effettuate dalla Svizzera, bisognerebbe usare la Postfinance-Card, gratuita per chi ha un conto privato da Postfinance. Secondo Swiss, il costo extra applicato in Svizzera dipende anche dal fatto che per le compagnie aeree le tasse per i commercianti sono scese meno che in altri settori.

Anche da Tui Suisse gli svizzeri che non hanno carte di credito Viseca o Bonuscard devono continuare a pagare un supplemento dell’1,5%. Der Touristik Suisse (ex Kuoni viaggi) impone un forfait di fr. 50.-. E il doppio per una spesa superiore a fr. 5 mila.

Gli istituti finanziari rincarano altri servizi
Con la diminuzione delle tasse per i commercianti, la Comco sperava che le condizioni per i clienti migliorassero. Ma non è proprio così. I supplementi per il pagamento con la carta di credito si sono ridotti, ma alcuni istituti finanziari sono corsi ai ripari rincarando altri servizi. Per esempio, Postfinance ha aumentato il costo di elaborazione per le transazioni estere dallo 0,9% al 1,2%. Cornèrcard fa pagare fr. 1.50 la fattura mensile cartacea prima gratuita. Cembra ha aumentato gli interessi per i pagamenti rateali dal 9,9% all’11,95%.

Consiglio: i clienti non devono accettare i supplementi per il pagamento con carta di credito e possono chiederne il rimborso (vedi riquadro). Da circa due anni, infatti, i commercianti non possono più imporre costi extra.


Il rimborso si ottiene così

La domanda di rimborso del supplemento va inoltrata entro 30 giorni dal ricevimento della fattura. In genere, è richiesto un giustificativo su cui è esplicitamente menzionato il supplemento.

Ecco dove si possono trovare i formulari per chiedere il rimborso:
- Bonuscard.ch: www.tiny.cc/formulario-bonuscard; ✆ 057 717 22 00 (clienti Visa Bonus Card) o ✆ 058 727 21 11 (clienti Visa Liberty Card).
- Cembra Money Bank (per esempio, Cumulus Mastercard e Tcs Mastercard): www.tiny.cc/cembra (modulo di contestazione); portale e-service; numero di telefono sul retro della carta.
- Cornèrcard: info@cornercard.ch, oppure ✆ 091 800 41 41.
- Postfinance: ✆ 0848 888 400.
- Swisscard (per esempio, Credit Suisse, Coop Supercard Plus, Swiss Miles & More): www.tiny.cc/swisscard; numero di telefono indicato sulla fattura della carta di credito.
- Ubs: ✆ 044 828 35 01.
- Viseca (per esempio, carte di credito delle banche cantonali, Raiffeisen, Banca Migros): ✆ 058 958 84 00.

Thomas Lattmann, Saldo
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb