HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 6/2017 novembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2017 novembre | pagina 30

Le spese accessorie
Quali costi possono essere addebitati all'inquilino come spese accessorie?

I costi collegati all'uso dell'appartamento. Per esempio, quelli per il riscaldamento, l'elettricità o la pulizia delle scale.


Possono essere conteggiate separatamente tutte le spese accessorie?

No, gli inquilini devono pagare solo le spese accessorie esplicitamente menzionate nel contratto di locazione.

Le singole posizioni di costo delle spese accessorie devono essere chiaramente definite. Non bastano formulazioni quali «tutte le spese accessorie devono essere pagate dall'inquilino». Senza una menzione esplicita, le spese accessorie dovute sono comprese nella pigione netta.


Quali costi non possono essere inclusi?

Le spese di manutenzione, neanche se sono menzionate nel contratto. Sono compensate, infatti, con l'affitto.

Altre spese accessorie non ammissibili sono, per esempio, le imposte, i premi dell'assicurazione stabili o le spese per l'acquisto di nuovi apparecchi come la lavatrice.


I proprietari possono fatturare spese amministrative se non sono esplicitamente menzionate nel contratto?

Sì. Questi costi possono essere fatturati a regia o secondo le tariffe usuali. Spesso a un tasso percentuale fisso pari a circa il 3% delle spese accessorie.


Come devono essere suddivise le spese accessorie di una casa plurifamiliare?

Se l'appartamento ha il proprio contatore, ogni inquilino dovrà pagare i suoi consumi effettivi. Altrimenti il proprietario dovrà dividere i costi secondo una chiave plausibile. Non ci sono norme giuridiche in merito.


Come si può controllare il conguaglio delle spese?

L'inquilino ha diritto alla visione dei giustificativi. Il controllo deve avvenire previo appuntamento e in orario d'ufficio nella sede commerciale o nell'abitazione del proprietario. L'inquilino può anche fare fotocopie a proprie spese, ma non ha diritto a riceverle.


Con quale frequenza deve essere allestito il conguaglio?

Se ogni mese l'inquilino paga un anticipo, il proprietario deve allestirlo almeno una volta all'anno.


Cosa si può fare se il proprietario non lo fa?

Si può domandare all'ufficio di conciliazione in materia di locazione di ordinare al proprietario di allestirlo oppure chiedere la restituzione degli anticipi versati.


Se un inquilino trasloca durante un periodo di conteggio, il proprietario deve allestire subito il conguaglio?

No. Dopo un trasloco, il proprietario può trasmetterlo al termine del normale periodo di conteggio.


In un caso del genere, come si calcolano le spese?

L'inquilino che trasloca deve rispondere per le spese accessorie insorte durante il periodo della sua locazione.

Rubrica: Botta & risposta

Impressum Design by VirtusWeb