HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2018 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2018 febbraio | pagina 4

Il fitness è in salotto
Con l'interval training ci si può tenere in forma anche in casa

Bastano brevi ma intensi esercizi per migliorare le funzionalità cardiovascolari. Da fare persino in salotto.

L'interval training prevede esercizi semplici ma intensi, come correre sul posto sollevando velocemente le ginocchia fino all'altezza dei fianchi. Dopo i 30 secondi si passa a movimenti leggeri per altri 30 prima di riprendere.

Un altro esercizio prevede di saltellare allargando le gambe e sollevando le braccia fino battere le mani sopra la testa, come i fantocci che si muovono tirando la cordicella.

Nell'interval training si alternano sessioni intensive con altre più tranquille. L'intero allenamento dura meno di mezz'ora. «L'alta intensità permette di raggiungere in breve tempo buoni progressi per la salute e la forma fisica», dice il medico sportivo Walter O. Frey di Balgrist Movemed della clinica universitaria Balgrist di Zurigo.

Lo dimostrano vari studi. I ricercatori dell'università canadese McMaster hanno messo alla prova alcune persone, facendole allenare con la cyclette a casa. Sono giunti a questa conclusione: chi, nell'arco di dieci minuti, fa aumentare il battito tre volte per 20 secondi ottiene gli stessi risultati di chi fa un allenamento leggero di 50 minuti.

Se sei un principiante vai prima dal medico
«L'interval training protegge dalle malattie cardiocircolatorie e ha un effetto positivo sulla concentrazione degli zuccheri e dell'insulina nel sangue», spiega Claudia Bachmann dei centri Mfit Migros della Svizzera orientale.

È possibile scegliere la durata degli intervalli. Esempi: 20 secondi di battito aumentato e poi 10 di pausa, oppure due minuti di lavoro intenso e uno di movimenti leggeri. Per rispettare gli intervalli, si può usare un semplice orologio o le app per smartphone come Interval Timer o Tabata Timer.

I principianti, le persone di una certà età o in sovrappeso non dovrebbero spingere al limite il proprio fisico. Prima di iniziare l'allenamento dovrebbero sottoporsi a una visita medica.

E non bisogna esagerare: tre sessioni di interval training alla settimana migliorano le prestazioni in modo più evidente di un allenamento sportivo quotidiano.

Andrea Schmits, Gesundheitstipp
Vichi Masella, Scelgo io

Impressum Design by VirtusWeb