HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 1/2018 febbraio

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
1/2018 febbraio | pagina 8

Per la pelle ci vuole un fiore
Gli estratti di alcune piante alleviano le infezioni e gli eczemi

Nella stagione fredda, la pelle tende a screpolarsi. Ci sono piante che possono venirle in aiuto, ma occhio alle allergie.

Quando la pelle è secca e irritata, le creme a base di estratti di piante offrono grande sollievo. I fiori di calendula, per esempio, inibiscono le infezioni e favoriscono la guarigione delle ferite. L'amamelide calma la pelle e gli estratti delle sue foglie alleviano infezioni, prurito e guariscono piccole ferite cutanee (vedi tabella).

Le sostanze vegetali aiutano anche contro la neurodermite, una malattia che causa frequenti eczemi, soprattutto su viso, braccia e gambe.

Quella giusta dopo un po' di prove
L'esperto in fitoterapia Martin Koradi di Winterthur (Zurigo) conferma anche l'efficacia dell'olio di enotera. Contiene acido gamma-linolenico, spesso carente nei pazienti con neurodermite. Nell'olio di semi di borragine ce n'è ancora di più. Bisognerebbe applicarlo sulla pelle o aggiungerlo quando si fa il bagno. «È particolarmente indicato in caso di neurodermite», dice Koradi.

Prima di trovare la sostanza giusta per sé bisogna fare qualche prova. «Consiglio pomate di calendula, amamelide o cardiospermo». Se gli eczemi sono rossi e spurgano, sono utili le soluzioni acquose, come gli impacchi o i bagni delle parti interessate con corteccia di quercia, oppure il tè nero.

Uno studio su 124 pazienti ha dimostrato che l'olio di melaleuca (tea tree) è efficace contro le verruche seborroiche e l'acne: dopo tre mesi di trattamento la pelle presentava un sensibile miglioramento. Secondo un'altra ricerca, anche l'estratto di tè verde può essere utile contro le impurità della pelle.

Reazioni allergiche dietro l'angolo
Spesso, però, le sostanze vegetali causano allergie. Per esempio l'arnica, la camomilla, la calendula e l'olio di melaleuca. È più a rischio chi presenta già allergie ad altre sostanze come i profumi o i farmaci.

Meda Pharma (Kamillosan) dice di avvisare del rischio di allergia sul bugiardino. Melisana consiglia di fare prima una prova con la crema per mani Biokosma alla calendula, applicandone un po' sul lato interno del braccio.

Secondo Weleda, la crema alla calendula e l'olio per massaggi all'arnica sarebbero molto ben tollerati. Parsenn Produkte (prodotti Tal) sostiene che, per quanto concerne le allergie, oltre alla pianta sarebbe determinante la ricetta nel suo complesso.


Non fate bagni troppo caldi

- Come lozione per il corpo usate un'emulsione acqua in olio.

- Fate docce brevi e fredde piuttosto che lunghe e molto calde.

- Non fate bagni troppo caldi e non prolungateli oltre i 15 minuti.

- Aggiungete all'acqua del bagno una sostanza idratante: mescolate due cucchiai di olio di mandorle o d'oliva con una tazza di latte.

Katharina Baumann, Gesundheitstipp
Michela Salvi, Scelgo io

Impressum Design by VirtusWeb