HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 3/2018 maggio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2018 maggio | pagina 3

Timbra o ti multo
Gli obliteratori delle stazioni Ffs sono difettosi da decenni. E i passeggeri rischiano sanzioni salate

Mario Verdi (nome fittizio) sta litigando con l'obliteratore della stazione Ffs: non gli timbra la sesta e ultima corsa della sua carta. Lo stesso inconveniente si verifica il giorno successivo con un'altra carta per più corse.

«Quante persone non se ne accorgono e sfruttano solo cinque corse?», si chiede Verdi. Nel suo caso, una valeva fr. 9.80. Alla fine non ha potuto fare altro che recarsi allo sportello e farsi dare un'altra carta.

Il problema degli obliteratori è noto da tempo. Alcune carte per più corse possono essere obliterate solo cinque volte, altre sette-otto. Le Ffs gestiscono oltre 3 mila apparecchi automatici. I più datati hanno 30 anni e dovrebbero essere sostituiti. Stando alle Ffs, ci vorrà ancora qualche anno.

Lo stato desolante degli obliteratori si è intrufolato anche nelle disposizioni tariffarie. Per esempio, in caso di difetti o irregolarità come l'impossibilità di timbrare l'ultima riga, il controllore può convalidare la carta manualmente. Ma se il passeggero non si annuncia spontaneamente e viene pizzicato, sarà sanzionato (vedi riquadro).

Chi è in viaggio con una carta per più corse convalidata sette volte dovrà pagare solo una multa per viaggio senza titolo di trasporto valido (fr. 90.-). La carta obliterata otto volte è considerata un abuso e si dovrà pagare fr. 100.- supplementari di multa.

Ma come possono accadere simili errori? Secondo le Ffs, a volte le carte per più corse «non sono tagliate dal rotolo con precisione millimetrica». I problemi sarebbero dovuti anche ai vecchi obliteratori: permettono più di sei convalide, perché in passato c'erano anche carte per più corse con 12 righe.

Più di 500 franchi di multa perché l'angolo non si stacca
Le aziende di trasporto sono però spietate quando i clienti commettono un errore durante l'obliterazione. Ecco qualche esempio. Un ragazzo ha convalidato la sua carta sette volte alla stazione dei tram a Zurigo, perché il blocco dell'obliteratore non gliel'ha impedito. Non si è accorto dell'errore e ha dovuto pagare una multa di fr. 90.-.

Un apprendista ha obliterato la carta per più corse correttamente, ma l'apparecchio non ha staccato l'angolino. Le Ffs lo hanno denunciato e il ragazzo è stato costretto a pagare più di 500 franchi. E ora si ritrova con un precedente penale.


Consigli

Cercate il controllore se l'apparecchio non funziona

- Obliterate la carta solo il numero di volte previsto. Può capitare che le convalide non occupino lo spazio giusto e lascino libera l'ultima riga, malgrado la carta sia già stata obliterata sei volte.

- Se la carta può essere convalidata solo cinque volte, cercate un altro obliteratore. Le carte possono essere stampigliate anche agli automatici per l'acquisto dei biglietti.

- Se non trovate soluzioni, chiedete all'addetto allo sportello. Oppure, subito dopo la partenza, dite al controllore di convalidarvi la carta manualmente. Non aspettate che passi lui, cercatelo voi.

- Se siete in una stazione in cui non c'è l'obliteratore, potete scrivere a mano il giorno di validità. Con una penna a sfera inserite il testo nella prima casella di convalida libera (dal basso verso l'alto).

Marco Diener, K-Tipp
Michela Salvi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb