HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2019 giugno

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2019 giugno | pagina 23

Additivo oscuro
La carragenina sarebbe nociva, ma le autorità fanno con calma

La carragenina potrebbe causare perfino il cancro. L'Europa sta valutando se ammetterla negli alimenti per bebè. Per Berna non ci sono rischi per la salute.

Dessert al caramello, drink al cioccolato, panna, gelato o scaloppine vegetariane: i produttori aggiungono un po' ovunque, anche in vari alimenti bio, l'addensante e gelificante carragenina (E407), un carboidrato estratto da alghe rosse.

Seppur ammessa nell'Ue e in Svizzera, la carragenina è controversa. Secondo alcuni studi, le molecole a catena corta di questo additivo potrebbero causare gonfiore, allergie ed essere perfino cancerogene. Possono quindi rappresentare solo il 5% della carragenina utilizzata.

I rischi di questa sostanza sono stati descritti dalla scienziata statunitense Joanne Tobacman della University of Iowa. Per un lavoro comparativo pubblicato sulla rivista specialistica Environmental Health Perspectives, nel 2001 ha analizzato complessivamente 45 studi. Conclusione: la carragenina rappresenta un rischio e non dovrebbe essere usata.

Due anni dopo, il comitato per gli alimenti della Commissione europea ha sostenuto il contrario. Contemporaneamente, però, consigliava di non usarla negli alimenti per bebè, perché non sarebbe chiaro l'effetto sul loro intestino ancora immaturo e sul sistema immunitario.

L'autorità europea per la sicurezza alimentare Efsa sta valutando se ammettere la carragenina anche negli alimenti per neonati. Lo scorso autunno ha lanciato un appello invitando i ricercatori a fornire dati supplementari sui rischi per tutte le classi d'età.

Nessun ripensamento da Coop e Migros
Per principio, la Svizzera riprende le normative europee sugli additivi. L'Ufficio federale per la sicurezza alimentare non vede la necessità d'agire. Pur confermando che la situazione dei dati non è chiara, la portavoce Nathalie Rochat scrive che allo stato attuale delle conoscenze non vi sarebbero rischi per la salute.

Per il momento, anche Migros e Coop non vogliono rinunciare alla carragenina.

Markus Fehlmann, K-Tipp
Michela Salvi, Scelgo io

Impressum Design by VirtusWeb