HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 2/2020 aprile

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
2/2020 aprile | pagina 10

Tutta la musica sul web
Spotify, Deezer, Apple e Youtube music offrono milioni di brani da ascoltare in streaming

Basta un computer o un cellulare per accedere all’enorme offerta di brani musicali presente online. Ecco come fare.

Per ascoltare la musica non è più indispensabile acquistare i cd. Basta andare su internet, dove l’offerta è enorme. In Svizzera si possono scegliere varie piattaforme di streaming: le più importanti sono Spotify, Deezer, Apple music e Youtube music (ex Google music).

Con cosa si ascolta la musica in streaming?

Con il computer o il cellulare. La musica può poi essere trasmessa all’impianto stereo tramite cavo, bluetooth o wlan.

Per Spotify e Deezer bisogna prima installare un’app sul pc e il Mac. Apple music funziona tramite il software iTunes, e Youtube Music gira sul browser music.youtube.com. Per i telefonini ci sono le relative app.

Come funziona l’app per lo streaming?

L’uso è simile per tutte e quattro le piattaforme. Dopo la registrazione, si cerca un interprete, un album o un brano, oppure si riproducono le playlist create con i brani salvati sulla piattaforma.

Qual è la differenza con gli Mp3?

Chi acquista e scarica brani Mp3 li salva sul disco fisso e li può copiare su altri apparecchi.

La musica streaming può essere ascoltata e scaricata, ma non copiata sui device. Una volta disdetto l’abbonamento di una piattaforma, si perdono anche i brani scaricati.

Ci sono offerte gratuite?

Con Spotify, Youtube Music e Deezer si può ascoltare musica in streaming senza alcun abbonamento, ma tra un brano e l’altro ci sono spot pubblicitari.

Spotify, Deezer e Apple Music concedono una prova gratuita dell’offerta senza pubblicità per tre mesi, Youtube per uno.

Quanto costa un abbonamento?

Con un account circa 13 franchi al mese. Uno famigliare per sei persone nella stessa economia domestica circa 20. Per Spotify, Apple music e Deezer gli studenti pagano fr. 6.50 mensili.

Con l’abbonamento si eliminano gli spot. Inoltre, è possibile scaricare i brani da ascoltare successivamente anche offline.

Chi ha un iPhone dovrebbe acquistare l’abbonamento sul sito web. Sull’app costa di più, perché Apple incassa una parte del prezzo.


Quale piattaforma ha l’offerta migliore?

Ognuna avrebbe una scelta di oltre 50 milioni di brani. Un test della rivista Saldo del 2016 ha rilevato che l’offerta di musica classica su Deezer e Spotify era mediocre.

Chi vuole ascoltare musica non commerciale dovrebbe prima provare nel periodo gratuito se ci sono i suoi artisti preferiti.

Com’è la qualità audio in streaming?

Nelle impostazioni è possibile modificarla tra bassa, media e alta.

Se l’apparecchio è collegato via cavo a un ottimo impianto stereo, con Deezer è possibile abbonarsi all’opzione HiFi (fr. 26.- mensili).

Chi offre le maggiori possibilità d’impostazione?

Spotify. Si può scegliere con la massima precisione il passaggio da una canzone all’altra (dissolvenza), i volumi audio dei diversi brani si adattano tra loro ed è possibile impostare alti e bassi grazie a un equalizzatore. Anche Deezer non è da meno.

Posso aggiungere sulle piattaforme i miei brani?

Spotify, Deezer e Apple music permettono di scaricare sull’app i propri brani da pc o Mac, Youtube music no.

Sul cellulare è più difficile. Solo con Apple music si possono combinare la musica dell’iPhone con quella in streaming. Con le altre piattaforme bisogna prima caricare i brani dal computer, poi si ascoltano in streaming col cellulare.

Come posso trasferire le mie playlist su un’altra piattaforma?

Per esempio tramite soundiiz.com. Dopo aver creato un account, si collegano la piattaforma di streaming precedente e quella nuova. Le playlist saranno salvate lì. Si può poi scegliere la lista e cliccare sul simbolo “converti”. In questo modo la si rende accessibile anche sulla nuova piattaforma.

Marc Mair-Noack, Saldo
Michela Salvi, Spendere Meglio

Impressum Design by VirtusWeb