HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 2/2020 aprile

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
2/2020 aprile | pagina 11

5G: inutile e costoso
Gli abbonamenti per la nuova rete sono salati. Ma non sono obbligatori

Swisscom e Sunrise elogiano la nuova tecnologia 5G, ma non dicono che gli smartphone compatibili e gli abbonamenti costano parecchio.

Il nuovo standard di telefonia mobile 5G è molto pubblicizzato in tutta la Svizzera: Sunrise garantisce « velocità massima, tempi di reazione brevissimi e maggiore capacità». Peccato che si tratti di promesse che per la maggior parte dei possessori di telefonino non hanno senso. Le prestazioni sono valori massimi teorici, che si raggiungono molto raramente. Inoltre, secondo la rivista specialistica Connect, anche i nuovi smartphone non sono sempre compatibili con il 5G.

Con la nuova rete, le aziende di telecomunicazione mirano a guadagnare ancora di più. Per usarla, servono un telefonino nuovo e un abbonamento molto costosi. Esempi:

- Smartphone. La maggior parte dei telefonini compatibili 5G rientra nella fascia di prezzo più alta. Da Swisscom, per esempio, il cellulare Lg V50 ThinQ 5G costa fr. 1’299.-. Da Microspot, Samsung Galaxy S10 5G fr. 1’098.-. Da Sunrise, Yiaomi Mi Mix 3 5G fr. 847.-.

- Abbonamenti. L’accesso alla rete 5G è possibile solo con gli abbonamenti più cari: da Swisscom costa fr. 200.- al mese (inOne mobile premium), da Sunrise fr. 130.- (europe & Us).

Costi supplementari con gli altri contratti
Con tutti gli altri abbonamenti, per la rete 5G ci sono costi extra: da Swisscom il prezzo delle opzioni supplementari è di fr. 20.- al mese (Connect Pack) o fr. 10.- (Premium Speed). I clienti Sunrise con abbonamento Freedom e internet Highspeed illimitato (swiss unlimited e europe data) possono aggiungere il 5G pagando fr. 10.- in più al mese. Con la carta prepagata il 5G costa fr. 19.90 a settimana.

Chi ha un abbonamento economico con Swisscom e Sunrise è tagliato fuori, perché non può acquistare un’opzione supplementare. Deve quindi passare a uno più costoso.

A oggi Salt non ha offerte speciali per il 5G.


Vecchi telefoni presto in soffitta ma ancora in vendita

A fine anno, Swisscom metterà fuori uso lo standard di telefonia mobile 2G. Ma i negozi vendono ancora cellulari di questo tipo.

Siete clienti di Swisscom e avete un cellulare che usa solo il 2G? Occhio: a fine 2020 non funzionerà più.

I negozi di articoli elettronici, come Digitec, Interdiscount, Conrad, Techmania, Pcp e Steg Eletronics, continuano però a vendere i telefonini che utilizzano solo questa rete. Digitec Galaxus offre il modello Emporia Pure (fr. 58.90), Conrad quello per senior Aeg Sm250 (fr. 33.95) e pcp.ch Switel M190 (fr. 70.05).
Dopo la segnalazione della rivista K-Tipp, Interdiscount ha deciso di non vendere più telefonini con standard 2G: «I clienti che ne hanno uno ancora in garanzia possono sostituirlo con uno 3G senza sovrapprezzo».

Digitec Galaxus si limita a rendere attenti sul fatto che la rete 2G sarà messa fuori uso da Swisscom. I telefonini restano in vendita, perché altri operatori continueranno a usarla.

Anche il gruppo Pcp, con canali di vendita come Techmania, Steg Electronics o Pc-Ostschweiz, ha deciso solo di segnalare i cambiamenti che riguardano la rete 2G. I cellulari saranno tolti man mano dall’assortimento.

Salt prevede il graduale spegnimento della rete 2G nei prossimi tre-cinque anni. Da Sunrise resterà attiva almeno fino al 2021.

Darko Cetojevic, K-Tipp
Michela Salvi, Spendere Meglio



Rete 2G: prepaid rimborsata

Chi ha una prepagata che usa la rete 2G di Swisscom ha diritto al rimborso del credito residuo.

Nella propria abitazione, Paolo ha un sistema d’allarme con la carta sim M-Budget Mobile integrata, che in caso di anomalia gli invia un sms sul cellulare.

A fine agosto 2019, M-Budget gli comunica che l’impianto d’allarme funziona solo con la rete mobile 2G, che Swisscom spegnerà definitivamente a fine anno (vedi anche riquadro in basso a destra). Lo invita pertanto a cambiare impianto.

Paolo passa allora a Sunrise, che per il momento ha deciso di non smantellare la rete 2G, e chiede a M-Budget il rimborso del credito residuo presente sulla prepagata, pari a fr. 25.-. L’azienda rifiuta di farlo, sostenendo di non praticare rimborsi di importi inferiori a fr. 90.-. Dal punto di vista legale ciò non è però ammissibile.

«Con lo smantellamento della rete 2G, M-Budget non fornisce più la prestazione contrattualmente garantita, dunque Migros deve rimborsare il credito», spiega il consulente giuridico della rivista K-Tipp Stephan Heininger.

Oltre a M-Budget, usano la rete Swisscom Coop mobile, Lycamobile, Mucho, Simplymobile, Upc e Wingo. Anche i clienti di queste compagnie sono interessati dallo smantellamento della rete 2G.







Impressum Design by VirtusWeb