HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2020 giugno

Nome: Scelgo io
Nato il:
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2020 giugno | pagina 7

Afte, laser costoso e inutile
Contro le pustole della bocca si possono utilizzare le piante

Alcuni dentisti pubblicizzano le costose terapie al laser per curare le afte della bocca. Ma l'efficacia non è ancora stata dimostrata.

Le afte sono piccole lesioni che si formano anche in bocca. Alcuni dentisti propongono di curarle con il laser, sostenendo che l'eliminazione dei batteri permetterebbe una guarigione più rapida.

Ma la terapia non è ancora stata studiata a sufficienza. Nel 2017 l'Università di Berna ha condotto uno studio comparativo, concludendo che sono necessari altri approfondimenti per dimostrare la maggiore efficacia del laser rispetto ad altre terapie come il cortisone. Vari scienziati sudamericani sono giunti alla stessa conclusione.

Per questo trattamento, i dentisti possono fatturare fino a fr. 42.- per cinque minuti. I pazienti devono pagarlo di tasca propria.

«Le casse malati rimborsano solo in via eccezionale», conferma il dentista Peter Zuber di Winterthur. Per esempio, se le afte sono un sintomo collaterale di un'altra patologia elencata nella Legge sull'assicurazione malattie.

I risciacqui col tè contrastano l'infezione
«Ma non è necessario usare il laser», dice il medico di Gesundheitstipp Stephanie Wolff. «Non può eliminare la predisposizione alla formazione di afte, dunque impedire le ricadute».

In genere, le afte guarirebbero da sole. Inoltre, ci si può affidare ai rimedi dolci, che favoriscono la guarigione e proteggono dalle recidive.

L'esperto di piante medicinali Martin Koradi di Winterthur consiglia piante con tannini, contenuti nel tè nero o verde. Basta lasciare in infusione il tè per almeno dieci minuti e poi usarlo più volte al giorno per fare i risciacqui.

Una tintura di cinquefoglia è ancora più efficace. Può essere acquistata in farmacia o drogheria e diluita in acqua con un rapporto di 5:1, così brucia meno. Le afte vanno poi tamponate con il cotone inumidito con il preparato.

Un altro rimedio consigliato è Pyralvex, una soluzione pronta a base di estratto di radice di rabarbaro.

Katharina Baumann, Gesundheitstipp
Michela Salvi, Scelgo io


Impressum Design by VirtusWeb