HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 3/2020 giugno

Nome: Scelgo io
Nato il:
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
3/2020 giugno | pagina 24

Müsli, un affare di marketing
Le aziende fanno soldi con prodotti extra proteici superflui

I müsli proteici sono di gran moda, ma spesso i semplici fiocchi d'avena contengono la stessa quantità di proteine. E costano meno.

Da Coop e Migros è in vendita un nuovo müsli: Plant protein dark choco & coconut di Kellogg. Il nome promette una grande quantità di sane proteine vegetali. Ma leggendo la lista degli ingredienti, si scopre che non contiene più proteine dei comuni fiocchi d'avena: 14 grammi su 100, contro i 13,5 (vedi tabella).

Sugli scaffali dei grandi magazzini ci sono altri prodotti che hanno un contenuto extra di proteine. In 100 grammi di müsli Farmer plus protein e di Alnatura ce ne sono rispettivamente 22 e 24.

Il surplus proteico non presenta però vantaggi per la salute. Lo conferma Sabine Rohrmann, scienziata alimentare e professoressa all'Università di Zurigo. «Perfino con un'alimentazione vegetariana si assumono proteine a sufficienza», aggiunge.

Molti prodotti fanno credere che la porzione extra di proteine è necessaria se si pratica sport. Sulla confezione di Farmer plus protein, per esempio, c'è scritto che contribuirebbe all'aumento della massa muscolare. Sul sacchetto di Rapunzel sono raffigurati un ciclista, un pesista, uno sciatore e un giocatore di calcio. Il contenuto sarebbe il pasto ideale prima e dopo lo sport. Secondo la Società tedesca di nutrizione, però, nemmeno gli sportivi che si allenano quattro-cinque volte a settimana per mezz'ora hanno un maggiore fabbisogno proteico.

Inoltre, i müsli sono ricchi di zuccheri e grassi. E costano: per 100 grammi di fiocchi d'avena si spendono tra 20 e 30 centesimi, per il prodotto più caro del confronto fr. 2.55.

Dario Sarmadi, portavoce dall'organizzazione tedesca di protezione dei consumatori Foodwatch, ritiene che questi prodotti proteici siano solo frutto di un abile marketing. «L'industria alimentare mira a incassare un prezzo più elevato con ingredienti a buon mercato».

La consulente alimentare Stefania Bürge ha una soluzione semplice ed economica: preparare il prodotto in casa: «Un müsli ricco di proteine contiene fiocchi d'avena integrali, quark magro, miele, noci e una manciata di frutta».

Per i produttori Familia e Rapunzel, i loro müsli sono calibrati sul fabbisogno degli sportivi. Per Layenberger, 3K è molto ricco di proteine e contiene pochi carboidrati.

Nestlé e Alnatura dicono che i propri prodotti fornirebbero fibre. Quello di Alnatura sarebbe inoltre un'alternativa alle fonti di proteine animali.

Wiebke Vortriede, Saldo
Michela Salvi, Scelgo io

Impressum Design by VirtusWeb