HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 3/2020 giugno

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
3/2020 giugno | pagina 2

Nutri-score arriva da Nestlé
I cereali e alcuni cibi vegetariani sono i primi alimenti che il gruppo Nestlé contrassegna con il semaforo Nutri-score.

Dopo Danone, anche Nestlé introduce sulle confezioni il semaforo dei valori nutritivi Nutri-score. Ma al momento solo sui cereali per la colazione come i Cini-Minis e sugli alimenti vegetariani e vegani dei marchi Garden e Gourmet. Sul lungo periodo, il gruppo promette di contrassegnare cinquemila prodotti.

Il semaforo dovrebbe indicare quanto è salutare un alimento (vedi Spendere Meglio, aprile 2020). I prodotti sono classificati su una scala da A a E, con i colori verde, arancione e rosso. Sulla nota influiscono negativamente zuccheri o grassi saturi, e positivamente fibre o proteine.



iPhone 8 caro, meglio il nuovo Se

Il vecchio iPhone 8 è meno performante del nuovo Se. Eppure costa fino a 300 franchi in più.

Apple ha lanciato sul mercato un telefonino a basso costo, l’iPhone Se. Con 64 Gigabyte di memoria costa circa 450 franchi.

Secondo gli specialisti dell’azienda statunitense iFixit, è quasi identico al vecchio iPhone 8. Confrontandoli, hanno scoperto che lo schermo è uguale. Determinate componenti, come il processore e la fotocamera dell’iPhone Se, forniscono prestazioni migliori.

Ciò nonostante, l’iPhone 8 è più costoso: da mobilezero.ch, uno da 64 Gb costa fr. 744.85, quasi 300 franchi in più dell’iPhone Se. Quasi tutti i grandi rivenditori di cellulari come Digitec, M-Electronics, Media Markt, Steg e Fust lo vendono a partire da fr. 499.-.

Anche su tutti.ch vari inserzionisti vendono l’iPhone 8 usato a prezzi superiori a quello di un iPhone Se nuovo di zecca.



Con Galaxus addio privacy

Con la funzione Dg Play, i clienti di Galaxus fanno sapere a tutti cosa acquistano. Ma si può disattivare. Ecco come.

Chi acquista su digitec.ch partecipa automaticamente a Dg Play. Questa funzione è strutturata come un gioco per computer: fa sì che i clienti raccolgano punti quando fanno acquisti, scrivono recensioni sui prodotti o partecipano ai forum. Più sono attivi, più punti guadagnano e più aumenta la possibilità di vincere dei buoni.

Ma partecipando a Dg Play si rendono visibili a tutti i visitatori del sito il proprio nome utente e le attività svolte.

Per impedire che ciò avvenga, occorre rendere anonimo il proprio profilo. Basta accedere su digitec.ch o galaxus.ch, cliccare sul proprio profilo, scegliere “modifica profilo” sotto “vedi il tuo profilo pubblico”. A questo punto si viene indirizzati a una pagina di protezione dei dati, dove si può spuntare il campo “proteggi con l’anonimato” e togliere invece il visto a “Gamification è abilitato”.



In estate gomme invernali rischiose

Con le temperature più calde, le gomme invernali sono rischiose: lo spazio di frenata aumenta e la tenuta in curva è minore.

In estate, gli automobilisti dovrebbero evitare di usare gli pneumatici invernali. Lo raccomanda l’Automobile club tedesco Adac.

Gli esperti ne hanno confrontati tre con una gomma estiva. Utilizzando profili di diverse profondità, hanno svolto il test su strada asciutta e bagnata e a diverse temperature (da 10° a 13°C, a 25°C e a 35°C).

Risultato: più è alta la temperatura e più è profondo il profilo dello pneumatico invernale, maggiore è lo spazio di frenata. Con pneumatici invernali quasi nuovi, a una velocità di 100 chilometri orari, può allungarsi fino a 16 metri. Con gomme usate, con profili da tre a quattro millimetri, lo spazio di frenata supplementare ha raggiunto i cinque metri.

Nei test si è rilevato inoltre che la tenuta in curva è minore con l’aumentare della temperatura.




__________________________________

Croce Rossa: prima di seminare, togli le ossa

Chi ha il pollice verde lo sa bene: il terreno va preparato con cura prima di seminare. La Croce Rossa svizzera spiega come fare, scendendo nei dettagli più macabri: sul retro della sua bustina di semi di fiori di campo scrive che il terriccio deve essere ben disossato. Tolte le ossa, evidentemente i semi attecchiranno meglio e sul balcone esploderà la vita. A lavoro ultimato, verificate che il vostro terriccio sia ben dissodato.

Un errore nella pubblicità vi ha fatto sorridere? Scrivete a: lettori@spenderemeglio.ch

Rubrica: Spubblicità

Impressum Design by VirtusWeb