HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 4/2020 luglio

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
4/2020 luglio | pagina 12

Gomme ricostruite, ecologiche e valide
Gli pneumatici rigenerati aiutano l'ambiente e il borsellino. Ma i commercianti frenano le vendite perché ci guadagnano meno

Gli pneumatici ricostruiti o rigenerati costano meno di quelli nuovi. Da reifen-online.ch, per esempio, il prezzo di uno estivo King-Meiler-Hpz 195/65 R15 91H è di fr. 43.-. Uno nuovo paragonabile, Semperit Comfort-Life 2, è il 30% più caro. Insa Turbo Ecoevolution Plus rigenerato costa fr. 60.- (205/50 R17 89V), Kleber Dynaxer Hp 4 fr. 18.- in più.

Oltre al minor prezzo, le gomme ricostruite sono «ecologicamente sensate». A dirlo è l'Ufficio federale dell'ambiente. E lo dimostrano i calcoli dell'azienda produttrice Continental: rispetto alla ricostruzione, per la produzione di uno pneumatico nuovo si ha un maggior consumo di acqua (25 volte in più), energia (il doppio) e materiali (1,4 volte in più). E si immettono nell'ambiente più gas a effetto serra (due volte tanto) e rifiuti (187 volte in più). Nel 2018, inoltre, le fabbriche svizzere di cemento hanno bruciato circa 5 milioni di pneumatici consumati.

In Svizzera, la domanda di gomme rigenerate è ancora bassa. Stando all'Amministrazione federale delle dogane, nel 2019 i commercianti hanno importato complessivamente 7,8 milioni di pneumatici nuovi e solo circa 50 mila ricostruiti.

Superati i test di durata e frenata
Ma le gomme ricostruite sono sicure? Su quattro di queste, la rivista Saldo ha svolto i test di durata, sollecitazione e frenata. Conclusione: non sono da meno rispetto ai prodotti di marca qualitativamente buoni.

Il direttore di un laboratorio di prova privato della Germania settentrionale esprime un giudizio simile. «I risultati dimostrano che gli pneumatici rigenerati forniscono le stesse prestazioni di quelli nuovi».

Qualcuno lo ha capito: le aziende svizzere di trasporti che ricostruiscono le gomme dei propri mezzi sono più di 60. Secondo Nils Ernst di Pneu Ernst di Hinwil (Zurigo), in genere questi pneumatici non hanno uno spazio di frenata più lungo né si usurano prima di quelli nuovi. Il maggiore vantaggio è che i costi per la dotazione si riducono fino al 35%.

Eric Breitinger, Saldo
Silvia Mossi, L'Inchiesta

Impressum Design by VirtusWeb