HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 6/2007 novembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2007 novembre | pagina 11

Se le stelle vanno in ferie
Molti hotel della Svizzera tedesca lasciano a desiderare. Lo rivela un'indagine di K-Tipp.

«Gli hotel svizzeri possono senz'altro chiedere il loro prezzo, di fatto offrono anche molto agli ospiti», afferma Guglielmo Brentel, presidente dell'associazione Hotelleriesuisse sulla rivista Touring.

È davvero così? La rivista per i consumatori K-Tipp ha messo a confronto i giudizi dei clienti su Holidaycheck.com per 130 alberghi svizzeri tedeschi di 3, 4 e 5 stelle.

Su 591 valutazioni, 351 erano descrittive-neutre o positive. 240 valutazioni, invece, più del 40%, contenevano complessivamente 549 critiche, in parte anche pesanti, così suddivise:
- 142: qualità di camera e/o bagno («decisamente troppo piccolo», «necessita di urgente rinnovamento», «mobili difettosi», «pareti sottili»).
- 92: qualità del servizio e/o alla presenza del personale («non disponibile», «poco gentile», «ipersollecitato», «incompetente»).
- 78: rapporto prezzo-prestazioni («non vale lontanamente il suo prezzo»).
- 68: cibo («offerta deludente», «sapore orribile»).
- 49: stato generale dell'albergo («non curato», «decaduto», «ammuffito», «non dissimile a un rifugio della protezione civile»).
- 40: igiene («capelli sulla biancheria da letto», «tracce dei precedenti occupanti nella toilette»).
- 28: qualità dell'offerta d'intrattenimento, inclusi wellness e fitness («piscina molto piccola», «poca scelta», «nessun locale giochi»).
- 24: posteggi («costosi», «troppo lontani»).
- 10: disbrigo delle operazioni di check-in e check-out («molto lento», «complicato»).
- 10: protezione dei non fumatori («aria satura di fumo», «carenza di camere per non fumatori»).
- 8: procedura di riservazione («la riservazione online non ha funzionato», «non mi è stata assegnata la camera che avevo riservato»).

Tra gli hotel a 3 stelle, solo il 34% delle valutazioni conteneva critiche. Tra quelli di 4 e 5 stelle, quasi il 50%. Gli alberghi dei centri urbani sono stati criticati dal 46% dei clienti. Quelli di villeggiatura dal 34%.

Il presidente di Hotelleriesuisse, Brentel, ha criticato il metodo di indagine. Inoltre non crede che siano gli hotel di lusso ad essere "difettosi". «Più stelle ha un albergo, più alte sono le aspettative e le pretese». Nel contempo ammette che vi sono ancora troppi alberghi «che non corrispondono in modo ottimale ai desideri dei clienti».

Gery Schwager, Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb