HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 6/2007 dicembre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
6/2007 dicembre | pagina 4

Arrangiamenti poco scontati
Vacanze balneari per famiglie: attenzione alle percentuali di sconto per i bambini

I generosi sconti per bambini non sono una garanzia di vacanze a prezzi economici. Spesso il ribasso non rende il soggiorno molto meno costoso.

“Famiglie benvenute”, “Sconto bambini dal 50% al 75%”. Ecco alcuni degli slogan utilizzati nei cataloghi di vacanze balneari per la stagione invernale 2007/2008.

Ma cosa si cela dietro? Se lo è chiesto la rivista per i consumatori K-Tipp, che ha svolto una prova a campione per sei destinazioni presso diversi operatori turistici, confrontando i prezzi per lo stesso arrangiamento (vedi tabella nella versione cartacea).

Risulta che uno sconto per i bambini del 50% non sempre è vantaggioso.

Per esempio, una settimana a gennaio 2008 all’Hotel Barcelo Las Margaritas alle Canarie, a una famiglia di tre persone costa fr. 3’288.- con Helvetic Tours. Malgrado il 50% di sconto per i bambini, costa comunque fr. 800.- in più di 1-2-Fly, che applica un ribasso del 25% per i bambini.

Le percentuali non dicono molto del prezzo. È inoltre da considerare che gli sconti per i bambini sono spesso applicati solo sul prezzo base, e non su altri fattori come tasse aeroportuali, visti e altro.

Basandosi sul prezzo globale, questo sconto è spesso minore di quello indicato. Spesso, il ribasso vale anche se i bambini non stanno nella stessa camera dei genitori.


I supplementi rincarano i prezzi fissi

Nemmeno i prezzi fissi per bambini garantiscono vacanze scontate, anche se spesso M-Travel le indica come straordinariamente a buon prezzo. Negli esempi degli hotel Ifa Interclub Atlantic (Gran Canaria) e Park-Club Europe (Tenerife), M-Travel è tra i più cari nonostante i prezzi fissi per bambini.

Naturalmente, i prezzi fissi sono più convenienti in soggiorni di due o tre settimane rispetto a quelli di una sola. Questo perché, con i prezzi fissi, i bambini pagano sempre lo stesso importo, indipendentemente dalla durata del soggiorno.

Spesso, però, i prezzi fissi non sono cumulabili con sconti per prenotazioni anticipate, mentre i supplementi sono calcolati.

Presso 1-2-Fly, il prezzo fisso per bambini, inizialmente molto attrattivo, aumenta da fr. 511.- a fr. 823.-, confrontato con Ifa Interclub Atlantic alle Canarie. Un consiglio: per usufruire di vacanze balneari a prezzi familiari non tenete conto solo degli sconti vistosi, ma fate due calcoli e confrontate con altri operatori. Anche per vacanze di una settimana, si possono risparmiare fino a 1’000 franchi.

Gery Schwager
Tanja Monti

Impressum Design by VirtusWeb