HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 6/2007 dicembre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
6/2007 dicembre | pagina 5

Tartassati dalle ferrovie
I prezzi di alcuni titoli di trasporto sono aumentati del quadruplo rispetto al rincaro

Negli ultimi sei anni l’inflazione in Svizzera è stata complessivamente del 5%. Nello stesso periodo alcuni biglietti ferroviari sono aumentati di oltre il 20% (vedi tabelle nella versione cartacea).

Da un giorno all’altro il prezzo della carta giornaliera dei trasporti pubblici aumenta del 14%. Da fr. 56.- a fr. 64.-

Contemporaneamente le Ffs introducono la nuova carta giornaliera valida dalle ore 9 a fr. 54.-

Con la stangata del 9 dicembre i biglietti ordinari aumentano del 3,1%. Gli abbonamenti generali del 3,6%.

Come si può risparmiare? Ecco i consigli di Spendere Meglio:
- Acquistate le carte multicorse entro l’8 dicembre. La loro validità è di tre anni.
- Se avete un abbonamento metà prezzo potete acquistare alcune carte giornaliere prima che diventino più care. Anch’esse valgono per tre anni.
- Chi non deve partire presto può usare le nuove carte giornaliere valevoli a partire dalle ore 9. Costano fr. 10.- in meno di quelle normali.
- Un pacchetto di sei carte giornaliere è venduto al prezzo di cinque.
- Molti comuni mettono a disposizione carte giornaliere a partire da fr. 25.- Un abbonamento metà prezzo non è necessario.

Mister Prezzi è riuscito ad impedire l’aumento dei supplementi sulla distanza che erano stati inizialmente applicati sui tratti alpini. Nel frattempo, questi supplementi sono in vigore anche sui tragitti più frequentati.

Ad esempio tra Berna e Zurigo ci sono 117 chilometri di ferrovia, ma le Ffs ne fatturano 164 ai clienti. Mister Prezzi si è opposto ad aumentare ulteriormente questa cifra a 172 chilometri.

«In accordo con Mister Prezzi rinunceremo soltanto per un anno all’aumento di supplementi sulla distanza», afferma Paul Blumenthal, responsabile del trasporto passeggeri delle Ffs.

Le ferrovie ritengono giustificata la stangata sui biglietti e gli abbonamenti. «Un’offerta più estesa, collegamenti più veloci, e nuovo materiale di costruzione costano di più e portano maggiori vantaggi agli utenti», spiega il portavoce Roland Binz.

Marco Diener
Romina Artale

Impressum Design by VirtusWeb