HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 6/2007 dicembre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
6/2007 dicembre | pagina 14

Tutt’altro che stracci
La qualità dei panni in microfibra è generalmente buona. Lo rivela un test

La maggior parte dei panni in microfibra elimina lo sporco tenace anche senza detergenti. I prodotti meno cari sono tra i migliori. Sei su nove hanno ottenuto un giudizio buono.

Sono composti da milioni di fibre 100 volte più sottili di un capello umano e hanno una superficie ruvida. Sono efficaci contro lo sporco grazie alla loro particolare struttura. Cosa sono? I panni in microfibra. Un punto per chi ha indovinato.

Dato che la loro superficie è più grande, hanno un’enorme capacità di assorbimento: catturano lo sporco e trattengono l’acqua, e il risultato è una pulizia senza strisce.

Utilizzarli insieme a un prodotto detergente serve solamente contro il calcare e le macchie secche. Troppo detersivo, oltretutto, può persino peggiorare la situazione.

La rivista per i consumatori K-Tipp ha acquistato, e fatto testare in laboratorio, dieci panni in microfibra universali di marche diverse, dalla leader Scotch-Brite ad altre famose case produttrici quali Ebnat, Elite, Vileda e Leifheit, nonché prodotti propri di Coop, Manor e Migros.

La valutazione si è concentrata sullo sporco effettivamente tolto da varie superfici. Criteri come durata e igiene (nessun odore sgradevole, asciugatura rapida) non sono stati considerati nel test.

Su superfici uniformi si sono ottenuti buoni risultati, ma gli insetti secchi hanno fatto penare tutti.


Non vanno bene sullo sporco secco

In caso di sporco che si scioglie facilmente, queste fibre sono imbattibili. Su quello tenace o secco, invece, non sono proprio ideali.

Nonostante ciò, le microfibre vanno bene anche su macchie di sugo d’arrosto o rosso d’uovo secco.

Ma proprio nel test del rosso d’uovo si vedono le differenze: il panno universale Miobrill è riuscito ad eliminare quasi completamente lo sporco sulla superficie sintetica, ma la stessa operazione è risultata più ostica per i prodotti di Vileda e Scotch-Brite. Miobrill ha ottenuto buoni voti anche nell’eliminazione di macchie di calcare. Tuttavia, si è situato solo al sesto posto in classifica.

Il miglior prodotto per l’eliminazione di macchie di sugo d’arrosto su superfici cromate è risultato Miobrill Supraplus. Il peggiore, il panno Leifheit.

Diversi produttori non sono d’accordo sul tipo di sporco scelto per il test. «La forza di panni universali in microfibra sta nel sistema di pulizia delicato e non meccanico», afferma Gabi Schmid della 3M, produttrice dei panni Scotch-Brite. «Questo articolo è adatto all’eliminazione di residui leggermente grassi, macchie di calcare e piccole macchie di sporco», precisa.

Insetti, rosso d’uovo e salsa d’arrosto non si eliminano normalmente con i panni in microfibra. Infatti, a questi criteri è stata data una minore importanza nella valutazione complessiva. Il test ha comunque messo in evidenza quali prodotti eliminano anche lo sporco tenace.

I produttori starebbero comunque mettendo a punto una microfibra con un potere detergente ancora maggiore.


Tra i migliori c’è il meno caro

Altri produttori informano che in assortimento esistono articoli particolarmente adatti a certi tipi di sporco. Ma va da sé che in una normale economia domestica risulta piuttosto scomodo usare un panno diverso per ogni tipo di macchia.

Ma le microfibre possono reggere il confronto con un comune panno usato con un detergente?

Il confronto con lo strofinaccio universale Miobrill usato con Mr. Proper mostra la differenza: le microfibre sono in grado di reggere il paragone, e addirittura garantire risultati migliori anche senza aggiunta di prodotti detergenti, anche su macchie di sporco ostinato.

Quindi, il detergente è necessario solo in casi di sporcizia veramente ostinata.

E ora un’occhiata ai costi: tra i migliori prodotti c’è anche il più economico.

Rolf Muntwyler
Gabriella Vassalli



Come si è svolto il test

Tutti i panni in microfibre sono stati testati in laboratorio, sulle superfici che si sporcano di più nelle economie domestiche, soprattutto in bagno e in cucina.
- Polvere su superfici in legno sigillato.
- Grasso su vetro e acciaio.
- Residui calcarei su vetro e piastrelle.
- Rosso d’uovo secco su superfici sintetiche.
- Insetti su carrozzeria d’auto: questo tipo di sporco rappresenta anche quello particolarmente difficile da eliminare che si trova normalmente in cucina, come ad esempio il riso secco o i fiocchi d’avena con latte

Il laboratorio ha eseguito anche un test di paragone con un normale straccio imbevuto di detergente universale (vedi tabella nella versione cartacea).

Impressum Design by VirtusWeb