HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 6/2008 novembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2008 novembre | pagina 25

Quando riappaiono vecchi debiti
Se non si supera il minimo vitale, i vecchi debiti non possono esser pagati.

Giulia Bianchi (nome fittizio) una pensionata. In passato non ha pagato le tasse comunali e l'ufficio contribuzioni le chiede ora di saldare il debito di fr. 1'930.- o di pagare una rata mensile di fr. 150.-.

L'attestato di carenza beni non caduto in prescrizione, visto che il suo debito risale al 1988.

Infatti, gli attestati emessi dopo il 1 gennaio 1997 vanno in prescrizione dopo 20 anni. Quelli emessi prima, il 1 gennaio 2017.

All'epoca la donna era disoccupata e le sue entrate non raggiungevano il minimo vitale. N lo stipendio n altri valori patrimoniali possono essere pignorati. La sua pensione ammonta a fr. 2'600.-.

Nel caso in cui la sua situazione finanziaria lo permettesse, la pensionata potrebbe rimborsare il debito.

Il comune non pu costringerla a pagare se non ha soldi. E di regola la rendita Avs non pignorabile. Lo , invece, quella della cassa pensione, ma solo nel momento in cui superato il minimo vitale.

Ernst Meierhofer, K-Tipp
Romina Artale

Impressum Design by VirtusWeb