HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2008 novembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2008 novembre | pagina 10

Lenti forate, vista straziata
Gli occhiali a rete possono causare strabismo e mal di testa

La pubblicità dice che gli occhiali con le lenti nere forate curano gli occhi. Un esperto contesta e parla dei rischi.

Chi ha problemi agli occhi, a volte le prova tutte per vedere meglio.

Gli occhiali a fori stenopeici, fatti con lastrine forate al posto delle lenti, noti anche come Rasterbrille, dovrebbero curare i disturbi legati alla vista e le malattie come il glaucoma.

Questo, almeno, è quanto asseriscono sulle loro pagine internet i rivenditori di tali speciali occhiali.

Le lenti, sempre secondo i rivenditori, creerebbero una buona immagine sulla retina, che stimolerebbe il cervello ad attivare i muscoli dell'occhio affinché mettano l'immagine a fuoco indipendentemente dal disturbo visivo.


Immagini sdoppiate e mal di testa

I piccoli fori fanno in modo che nell'occhio risulti un'immagine più scura ma anche più nitida. Così, chi ha disturbi visivi vede immagini più definite attraverso la griglia.

Tuttavia, simili particolari occhiali non possono allenare gli occhi. Alcuni oculisti mettono perciò in guardia: compromettono la salute degli occhi.

Wolf Dieter Schäfer, oftalmologo, spiega che questi occhiali possono causare strabismo permanente, disturbi visivi come immagini sdoppiate e mal di testa.

Chi tenta di guarire malattie come il glaucoma con un tale tipo di occhiali perde tempo prezioso utile per terapie efficaci. Inoltre, sarebbero addirittura dannosi come occhiali da sole. Trattengono solo la metà dei raggi Uv, ma il resto penetra nell'occhio e può danneggiare la retina.

Ines Vogel, Gesundheitstipp
Carmen David



Abbreviazioni pericolose

Nelle note e ricette emesse, i medici non dovrebbero usare abbreviazioni. Queste possono infatti causare malintesi e mettere a repentaglio la vita del paziente.

Secondo l'Associazione inglese Medical defence union, a causa di questa pratica sono stati amputati arti sbagliati e somministrati farmaci in dosi letali. Gli esperti dicono che il 5% degli errori medici mortali è riconducibile ad abbreviazioni fraintese.

Impressum Design by VirtusWeb