HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2008 novembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2008 novembre | pagina 18

Lo zaino pesante rovina la schiena
Troppo peso sulle spalle degli scolari può danneggiare la postura

Uno studio dice che i bambini possono portare senza problemi zainetti pesanti sulla schiena. Alcuni esperti svizzeri dubitano della validità di questa ricerca.

Gioele si lamenta spesso del peso del suo zainetto. Tra libri, diari, astucci, quaderni e merendine, andare a scuola può diventare davvero pesante.

I ricercatori della clinica universitaria del Saarland a Homburg (Germania) sostengono che il peso che si può tranquillamente caricare nello zainetto di un bambino di terza elementare sia di dieci chili.

Nello studio è stato chiesto a 60 bambini di scuola elementare di seguire un percorso di 15 minuti con lo zaino pieno. Dopodiché, i ricercatori hanno esaminato i bimbi misurando la sollecitazione dei muscoli del tronco.

Il risultato rivela che i bambini sforzerebbero i muscoli in modo rilevante solo quando il peso dello zainetto raggiunge un terzo del loro peso corporeo. In più, i ricercatori ritengono che, per i pigri bambini teledipendenti, il trasporto di zainetti pesanti sia addirittura un buon allenamento.

Ora, però, lo studio si fa controverso. Bernhard Lohri, chiropratico di Zurigo, ritiene limitata la sua rappresentatività. «Finora non ci sono studi paragonabili che confermerebbero i risultati».


Un esame poco realistico

Tale ricerca, tra l'altro, non rispecchierebbe la normale quotidianità scolastica. Un bambino potrebbe anche percorrere il tratto casa-scuola diverse volte al giorno, e il tragitto potrebbe superare la durata di un quarto d'ora.

Lo conferma Silke Schmitt Oggier, sostituta direttrice del servizio medico scolastico della città di Zurigo. «Lo studio dimostra solo che, in una situazione fittizia, i bambini non hanno dovuto sollecitare eccessivamente i muscoli». Nella quotidianità, però, un bambino non porterebbe lo zainetto con la stessa "tensione attiva" con la quale lo porta su un percorso interessante.

«Uno zainetto scolastico deve pesare il meno possibile. Al massimo, circa un ottavo del bambino», consiglia Schmitt Oggier. Per uno scolaro di terza elementare del peso medio di 30 chili, non dovrebbe superare i 4,5 chili.

Le cartelle scolastiche troppo cariche gravano sulla colonna vertebrale e le spalle del bambino, rappresentando un fattore di rischio per il mal di schiena.

Secondo gli esperti della Commissione tedesca di lavoro per la promozione della postura e del movimento, uno zainetto pesante comprime il bambino al punto da impedirgli di respirare in modo corretto.


Se la schiena fa male ci vuole lo specialista

Ciò accadrebbe già a partire da un carico di un quinto del peso del bambino. Come dice Lohri, «uno zainetto pesante è particolarmente problematico per i giovanissimi con danni di postura». I quali, tra l'altro, sarebbero sempre di più. Se il bambino lamenta mal di schiena, bisognerebbe perciò farlo visitare da uno specialista.

Molto movimento rinforza la schiena del bambino e previene l'insorgere di dolori. Ma uno zainetto di 10 chili non sarebbe affatto un buon allenamento, dice Schmitt Oggier. Al contrario, «più è leggero lo zainetto, più è attivo il bambino sul percorso casa-scuola», afferma con convinzione la pediatra scolastica.

Sonja Marti, Gesundheitstipp
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb