HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 6/2008 novembre

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2008 novembre | pagina 24

Virus sempre tra i piedi
Non esistono metodi assolutamente efficaci contro le verruche

La medicina ufficiale combatte le verruche con tutti i mezzi ma con poco successo. Chi ne soffre deve spesso sottoporsi alle più diverse cure e avere molta pazienza.

Già da 14 anni Barbara tenta di eliminare due verruche che le si sono formate sotto un piede. Ma tutte le cure alle quali si è sottoposta non sono servite a niente.

All'inizio, il suo medico tenta una cura con cerotti contenenti acido salicilico. Dovrebbero sciogliere le verruche, ma sulla paziente non hanno nessun effetto.

In seguito, Barbara va dal dermatologo, che le congela con azoto e le sradica con un apposito scalpellino (il trattamento è indolore). Ma le verruche non mollano.

Tenta allora con uno spray congelante acquistato in farmacia. Nemmeno questo risolve la situazione, e Barbara sospende qualsiasi trattamento.

In occasione di un soggiorno in Scozia, acquista un gel contenente una notevole quantità di acido salicilico. La cura ha un leggero effetto: le verruche diventano un po' più piccole.

Così, prova ad usare contemporaneamente il gel scozzese e lo spray acquistato in farmacia. Invano.


Restano o se ne vanno come vogliono

La storia di Barbara è tipica di chi soffre di verruche. Molto spesso queste rimangono al loro posto. Oppure, dopo anni, spariscono così come sono comparse.

Non esiste alcun mezzo in grado di aiutare efficacemente tutti i pazienti allo stesso modo. Spesso occorre provare molti sistemi. Infatti, le verruche sono causate dal virus papilloma, contro il quale (come per tutti i virus) non esistono medicamenti efficaci come, ad esempio, gli antibiotici contro i batteri.

Inoltre, i papilloma sono trasmissibili. Possono penetrare nella pelle attraverso piccole ferite, causando escrescenze nella callosità della pelle. Dato che queste callosità sono difficilmente irrorate dalla circolazione sanguigna, il sistema immunitario non riesce a riconoscere i virus.

«Le persone affette da disturbi della circolazione o da un sistema immunitario debole sono colpite più sovente dalle verruche», spiega Siegfried Borelli, primario all'ambulatorio dermatologico del Triemlispital di Zurigo.

La medicina tenta con tutti i mezzi di far scomparire definitivamente le verruche tramite raschiamenti, macerazioni, congelamenti, cauterizzazioni, raggi laser, spremiture... ma con poco successo. Si ottiene qualche risultato positivo con il trattamento all'acido salicilico.


L'alternativa dell'omeopatia

Nessuna meraviglia che i pazienti cerchino di risolvere il problema da soli utilizzando numerosi rimedi casalinghi come tinture di Thuja o di celidonia, sali Schüssler oppure olio della pianta del tè.

Un'altra strada è indicata dall'omeopatia, che consiglia di non toccare le verruche.

Per trovare una rimedio, l'omeopatia si orienta di più sulla cura dell'intera persona che non solamente sulle verruche. Lo scopo è quello di rafforzare la costituzione e il sistema immunitario.

Questo metodo riscuote sempre più successo poiché comprende trattamenti che hanno il vantaggio di rinforzare le difese dell'intero organismo. In più sono indolori, e questo è molto importante per la cura dei bambini.

Regula Schneider, Saldo
Gianna Bontagnoli



Consigli - Iniziate con metodi dolci
- Indossate sempre ciabatte da bagno in piscina, camere di hotel e saune.
- Disinfettatevi i piedi dopo aver lasciato la piscina o altri posti umidi.
- Asciugatevi bene la pelle dopo una nuotata o un bagno, soprattutto tra le dita dei piedi. I virus che provocano le verruche prediligono le zone umide. Oltretutto, trovano particolarmente allettante infettare la pelle ammorbidita dall'acqua.
- Spesso, dopo un po' di tempo, le verruche spariscono da sole. Per questo motivo, all'inizio è meglio ricorrere a trattamenti dolci.
- Applicate sulla verruca cerotti contenenti acido salicilico oppure tintura di celidonia.
- Tentate anche con una tintura Thuja. Attenzione: sono sostanze corrosive. Proteggete la pelle attorno alla verruca con un cerotto o con vaselina.
- È consigliabile praticare pediluvi più volte la settimana per ammorbidire la pelle.
- Tentate con i sali Schüssler al calcio fluorato D12 e con la pomata Schüssler no. 4.
- Se tutto questo non serve a nulla, rivolgetevi al medico o recatevi da un omeopata riconosciuto.
- Non tagliate mai la pelle attorno alle verruche perché, così facendo, rischiate di provocare una nuova infezione.

Impressum Design by VirtusWeb