HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Spendere Meglio
Edizione: 6/2008 dicembre

Nome: Spendere Meglio
Nato il: 7 febbraio 1996
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 20 dei mesi pari


Abbonati a Spendere Meglio
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Spendere Meglio su iPhone

Torna indietro
6/2008 dicembre | pagina 25

Pensioni decurtate
Terzo pilastro: chi ha investito in fondi quest’anno ha perso il 10%

La crisi finanziaria non ha risparmiato il terzo pilastro. Nel 2008 il conto tradizionale ha reso oltre il 2%. Chi inveceha puntato sulla borsa ha perso una parte importante dei suoi sudati risparmi (vedi tabella nella versione cartacea).

Da gennaio a fine settembre i prodotti ad elevata parte azionaria hanno subito una perdita di valore che ha raggiunto l’11,6%. Anche Swisscanto Fi Lpp Profilo 3, che ha solo il 10% in azioni, è calato di quasi l’1,3%.

Andrea Dinevski, specialista previdenziale e membro di direzione al Vz Vermögenszentrum aggiunge: «I conti con una parte azionaria del 40% potrebbero aver subito perdite per un ulteriore 5% nelle ultime settimane».


Meglio non modificare il proprio portfolio

I risparmiatori che possiedono prodotti previdenziali devono vendere le loro quote dei fondi? «Non è adesso il momento migliore per farlo», risponde Dinevski. Le valutazioni sarebbero molto basse. Dovrebbe vendere solo chi ha urgente bisogno di soldi, ad esempio per acquistare una casa.

In questo momento può dormire sonni tranquilli chi ha investito i propri soldi in un conto del terzo pilastro. La Banca popolare di Sondrio offre il 2,5% di interesse, la banca Wir il 2,75%. Ubs e Credit Suisse offrono un tasso del 2,25%.

Chi non vuole prelevare i propri averi per un lungo periodo, dovrebbe puntare sul conto titoli. «La redditività è superiore a quella del risparmio con interessi» dice Dinevski. «Questa non cambia con la crisi finanziaria».

Le persone vicine al pensionamento non dovrebbero più assumere grossi rischi, ma investire i risparmi previdenziali su un conto tradizionale o un conto titoli con bassa parte azionaria.

Con il conto titoli si può ottenere una redditività maggiore. In pole position c’è Swisscanto Fi Lpp-Oeko 3 con un rendimento annuale del 7,85% dal 2004. Il prodotto investe in energie alternative.

Nella scelta degli investimenti hanno avuto meno fortuna negli ultimi anni Ubs e Swiss Life: i loro prodotti hanno avuto un redditività annua del 2,27% e dell’ 1,27%.

Thomas Lattmann, Saldo
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb