HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 6/2010 novembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2010 novembre | pagina 9

Le vacanze riviste in tv
Con un po' di tecnologia si possono creare presentazioni di foto da guardare su schermo

Con i maxischermi dei moderni televisori e la loro alta risoluzione è possibile vedere al meglio le foto delle vacanze. Ecco come si fa.

Tornati dalle fantastiche vacanze e riorganizzate le idee... e le foto, la maggior parte delle famiglie si ammucchia davanti al computer per rivedere i posti visitati. Ma è molto più comodo e di grande effetto guardarsele in tv come se fossero diapositive. Si fa così:

- Memoria Usb
I moderni televisori a schermo piatto dispongono di una porta Usb.

Con il computer si copiano prima le foto desiderate sul memory stick, poi si inserisce la chiavetta nel televisore.

A questo punto, gli apparecchi di un certo livello fanno partire automaticamente la funzione di riproduzione. Con tutti gli altri è necessario leggere il manuale per vedere con quale tasto del telecomando è possibile iniziare la riproduzione.

Lo svantaggio di questo metodo è che la visione delle immagini sul televisore di casa di solito non ha effetti di suspence come sovrapposizioni e passaggio sfumato, e nemmeno un accompagnamento acustico. La sequenza delle immagini e la durata della proiezione sono difficilmente determinabili.

Se la proporzione delle foto digitali e quella del televisore (16:9) non sono compatibili, le immagini vengono inoltre contratte, tagliate o contornate con margini scuri.
E non tutti gli apparecchi sono in grado di ruotare o orientare foto scattate in verticale o in orizzontale.


- Notebook alla tv
Collegando il notebook al televisore, in modo che l'apparecchio si trasformi in un megaschermo per il computer, si ottengono una miglior qualità e un maggior numero di funzioni. Per farlo, serve un cavo adatto che colleghi l'uscita video del notebook con il televisore.

Sul computer bisogna impostare la risoluzione massima (1920x1080 pixel; lo si fa selezionando "Start", poi "Pannello di controllo", infine "Schermo") per ottenere risultati ottimali.

Come programma di riproduzione per il computer è ottimo il software gratuito Picasa. Non solo gestisce e cataloga, ma è in grado di creare presentazioni con begli effetti di transizione ("Schermo", "Sequenza foto").

Il software gratuito FastStone Image Viewer offre ancora più effetti.

Chi non si accontenta di vedere la sequenza delle foto tramite il Finder del suo Mac può rivolgersi al programma a pagamento iPhoto 09, che colpisce con le sue numerose animazioni e l'accompagnamento musicale.

Anche Photoshop Elements per Windows è strutturato in maniera simile. Con Flash-Foto-Galerie-Designer si possono creare con le immagini animazioni divertenti e con un sottofondo musicale.


- Mediaplayer
Per riprodurre presentazioni fotografiche o video fatti in casa sul proprio televisore si possono utilizzare anche altri apparecchi. Video salvati su penna Usb o sulla rete di casa possono essere riprodotti anche con Xbox 360 e Playstation 3.

Chi non dispone di una consolle giochi può utilizzare uno speciale Mediaplayer: questo apparecchio, della grandezza di una scatola di sigari, può essere collegato alla tv tramite cavo Hdmi, e dispone di risorse di calcolo sufficienti a riprodurre musica, foto o video da una chiavetta Usb o dalla rete.

Mediaplayer noti sono Western Digital Tv Live Hd Media Player e il più economico Seagate FreeAgent Theater+. Chi vuole collegare il proprio televisore alla rete di casa e a internet senza fili troverà la soluzione ideale nell'O!Play Hdp-R3.


- Dalla sequenza foto al film
Se si vuole studiare la presentazione nei minimi dettagli, la sequenza foto diventa un film. Il video così creato si può riprodurre da notebook, con Mediaplayer o su dischi dvd/Blu-ray.

Per creare un video in alta risoluzione con le foto è stato sviluppato il programma Digital Studio 2010 (versione prova disponibile su www.corel.com). Questo può essere riprodotto dal computer su uno schermo tv.

Video da sequenze di foto si possono anche copiare su dvd. Nella riproduzione, però, la risoluzione si riduce a 720x576 pixel.

Se si vuole una qualità maggiore è necessario masterizzare la presentazione su disco Blu-ray. Lo specialista in questo campo è il programma Foto su cd & dvd 9 deluxe (versione prova su www.magix.net). I video fotografici su disco Blu-ray offrono la risoluzione piena a 1920x1080 pixel se riprodotti con lettori Blu-ray su televisori ad alta definizione.

Kurt Haupt, K-Tipp
Gabriella Levera

Impressum Design by VirtusWeb