HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
L'Inchiesta
Edizione: 6/2010 novembre

Nome: L'Inchiesta
Nato il: 17 novembre 1999
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 10 dei mesi dispari


Abbonati a L'Inchiesta
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
L'inchiesta su iPad e iPhone

Torna indietro
6/2010 novembre | pagina 22

Capelli ricci senza fare pasticci
Con soli 40 franchi si può acquistare un arricciacapelli di buona qualità

Con un arricciacapelli si cambia acconciatura in poco tempo e a casa propria. La metà degli apparecchi più venduti è di buona qualità. Il migliore non è il più caro. Lo dice un test.
(vedi tabella versione cartacea)

Chi non è stato dotato da madre natura di angelici boccoli o ricci selvaggi può rifarsi la capigliatura con l'aiuto di un arricciacapelli.

La rivista per i consumatori K-Tipp ha sottoposto a un test i dieci modelli più venduti: sette dal diametro compreso tra 15 e 32 millimetri, e i tre rimanenti provvisti di supporti per diverse acconciature. Questi ultimi sono stati comunque confrontati usando un diametro paragonabile. Secondo i produttori, tutti gli arricciacapelli sono adatti all'acconciatura di capelli lunghi o di media lunghezza. I prezzi si situano tra fr. 19.- e fr. 89.-.

Gli esperti dell'Istituto tedesco di ricerche di mercato Mm-Research di Stoccarda hanno valutato la distribuzione della temperatura, rilevandola sul manico e sulle parti estern,e e dato una valutazione sulla versatilità di ogni apparecchio.

Nel test pratico, alcune partecipanti e gli esperti hanno valutato il risultato dei ricci e la facilità d'uso degli arricciacapelli (vedi "I criteri del test").

Metà buona, metà sufficiente
Risultato finale: sui dieci modelli, cinque hanno ottenuto un giudizio globale buono, mentre gli altri sono risultati sufficienti. Il vincitore, Remington, ha guadagnato punti soprattutto nel criterio principale del test pratico: le partecipanti sono state più soddisfatte con questo arricciacapelli rispetto agli altri.

Le valutazioni sono però abbastanza vicine per quasi tutti gli apparecchi. Alla maggior parte delle partecipanti sono piaciuti anche i «boccoli ben arrotondati e regolari» prodotti con gli arricciacapelli di Babyliss e Valera.

Quelli che sono piaciuti di meno sono delle marche Wahl e Mio Star. Diverse partecipanti hanno criticato i ricci «troppo deboli e non ben arrotondati».

Uno dei motivi del risultato solo sufficiente di questi due apparecchi potrebbe essere la temperatura insufficiente della parte riscaldante. Infatti, è grazie al calore che i capelli si ritirano, formando gli agognati boccoli.

Entrambi gli apparecchi hanno raggiunto solo una temperatura di 125, rispettivamente 111 gradi. I modelli risultati buoni si riscaldano fino a 155 e 193 gradi. Nessuno presenta il rischio di rovinare i capelli a causa di una temperatura troppo elevata.

Migros è a conoscenza del problema: all'inizio del 2011 dovrebbe mettere in vendita un modello migliorato, come scrive il grande distributore in risposta ai risultati del test.

Note solo sufficienti nel test pratico anche per il modello Elite Look di Rowenta. «Riccioli troppo estremi e piccoli», è stata la critica espressa dalle partecipanti al test. Il distributore svizzero dell'apparecchio, Groupe Seb Svizzera, comunica che per riccioli più grandi bisogna usare il supporto con diametro superiore e non la piccola pinza arricciacapelli provata.

Mio Star si riscalda lentamente
Un buon arricciacapelli dovrebbe essere presto pronto all'uso e facile da maneggiare. Per quel che riguarda la facilità d'uso, il modello di Mio Star finisce nuovamente all'ultimo posto, tra l'altro perché non indica quando è pronto all'uso e per il lungo tempo di riscaldamento.

In questo criterio si è fatto notare negativamente anche l'arricciacapelli Salon Super Stylist 13 in 1 di Philips. È l'unico a non essere munito di interruttore di accensione e spegnimento.

Ci sono state invece parecchie lodi per il vincitore del test: «Leggero e sottile e perciò molto maneggevole». Inoltre, il suo indicatore di prontezza all'uso funzionerebbe correttamente, al contrario della maggior parte degli altri.
Sette apparecchi hanno subito detrazioni di punti nell'esame tecnico: le temperature sugli elementi riscaldanti sono distribuite in modo disomogeneo.

I manici di Philips Salon Super Stylist e Remington hanno raggiunto temperature di 61 e 58 gradi. Alcune partecipanti al test hanno percepito queste temperature come sgradevoli.


I criteri del test

Il laboratorio ha messo alla prova i 10 arricciacapelli in base ai seguenti criteri:

- Uso pratico
Dodici partecipanti al test e la direttrice d'esame hanno valutato effetto dell'arricciatura, lucentezza, flessibilità, morbidezza e pettinabilità dei capelli dopo l'acconciatura.
Tutte le partecipanti usano regolarmente un arricciacapelli, hanno i capelli lunghi almeno fino al mento, lisci o leggermente ondulati. Nell'uso dell'apparecchio hanno seguito le indicazioni del produttore. Il punteggio del test pratico corrisponde al valore medio dei punti dati da tutte le partecipanti.

- Facilità d'uso
Le partecipanti hanno valutato i seguenti criteri: velocità con cui l'apparecchio è pronto all'uso, facilità di regolazione della temperatura, maneggevolezza, apertura e chiusura della pinza, lunghezza del cavo, peso e dimensioni dell'apparecchio. La direttrice d'esame ha poi valutato se l'apparecchio è provvisto di un gancio per appenderlo e se l'astuccio per riporlo è pratico.

- Esami tecnici
Con una fotocamera termografica, gli esperti del laboratorio hanno rilevato la distribuzione della temperatura sulla piastra riscaldante e verificato se manici, pinze e strumenti di comando non si scaldino troppo.

- Versatilità
Gli esperti hanno valutato la costruzione degli apparecchi e gli accessori forniti come astuccio per la conservazione, supporto a spazzola o spirale.

Susanne Rufer, K-Tipp
Michela Salvi

Impressum Design by VirtusWeb