HomeDomandeNewsletterAbbonamentiArretratiLibriCarrelloContatto Accedi

Cerca gli articoli con queste parole:
Criteri
Posizione
Riviste
Periodo
Nessun oggetto nel carrello
Scelgo io
Edizione: 2/2019 aprile

Nome: Scelgo io
Nato il: 22 gennaio 2002
Abbonamento: fr. 48.00 all'anno
Uscita: entro il 30 dei mesi dispari


Abbonati a Scelgo io
Acquista gli arretrati
Acquista i libri
Scelgo io su iPad e iPhone

Torna indietro
2/2019 aprile | pagina 7

Anticolesterolo nel mirino
Ogni anno si spendono milioni per farmaci inefficaci. E Berna non fa nulla

I farmaci anticolesterolo Ezetrol e Inegy sono di dubbia utilità. Eppure le casse malati devono rimborsarli, gettando al vento milioni di franchi all'anno.

Il farmaco ipocolesterolemizzante Ezetrol è prodotto dalla statunitense Msd dal 2003. È prescritto con un altro medicamento: la combinazione aumenterebbe l'effetto e ridurrebbe i rischi di infarto cardiaco e ictus.

Nel 2015, uno studio del gruppo farmaceutico ha rivelato che è inefficace come farmaco accompagnatorio. Eppure, solo nel 2017, le casse malati hanno speso circa 20 milioni per Ezetrol. Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), è efficace ed economico per pazienti ad alto rischio.

Brevetto prolungato con l'evergreening
Nel 1991 Msd aveva immesso sul mercato il farmaco anti-colesterolo Zocor, la cui efficacia è comprovata. A brevetto scaduto, nel 2006 ha introdotto un terzo medicinale dello stesso genere, Inegy. Contiene lo stesso principio attivo di Zocor più quello di Ezetrol. In pratica, Msd ha mischiato due vecchi principi attivi creando un nuovo farmaco che ha ottenuto un altro brevetto. Inegy costa il doppio di Zocor senza essere più efficace.

Il lancio di farmaci solo in apparenza nuovi è detto evergreening. Lo scopo è prolungare la durata del brevetto, che scade dopo 20 anni. I gruppi farmaceutici guadagnano di più quando i prodotti sono protetti dal brevetto. Nessun produttore di farmaci generici può competere con prodotti simili più economici.

Se l'Ufsp riconoscesse l'inutilità di Ezetrol e il suo principio attivo in Inegy, le casse malati non dovrebbero più pagare i due farmaci. Nel 2017 gli assicurati avrebbero potuto risparmiare 31 milioni di franchi.

Wolfgang Wettstein, Saldo
Michela Salvi, Scelgo io

Impressum Design by VirtusWeb